A- A+
Fatti & Conti
Nuove assunzioni di neolaureati: chi sono i più avvantaggiati?

In collaborazione con www.professionisti.it

Secondo le previsioni di assunzione di Unioncamere e Ministero del Lavoro anche quest'anno i laureati in Economia e quelli in Ingegneria elettronica e dell'informazione si confermeranno i più occupati alla fine del loro percorso di studi. Nel dettaglio i primi vantano una previsione di 18.800 assunzioni stagionale e non mentre i secondi di 8.400. I dati si basano sulle previsioni formulate dalle imprese impegnate nel settore dell'agricoltura, dell'industria e dei servizi che sono registrate dal Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro per il 2013. Se si sommano i numeri dei posti di lavoro disponibili per tutti gli indirizzi di Ingegneria, il primo posto degli economisti viene quasi messo in discussione. In tutto le assunzioni previste per tutti i settori ingegneristici sono 18.400. 5.600 riguarderebbero neolaureati in ingegneria industriale -che, tra l'altro, è la terza laurea più richiesta-, 1500 quelli in Ingegneria civile e ambientale e 3.200 i restanti ambiti. Fuori dal podio, al quarto e quinto posto, si trovano le assunzioni rivolte ai laureati in materie dell'insegnamento della formazione e quelli in indirizzo sanitario-paramedico con, rispettivamente, 5200 posti e 4900.

Una tendenza che sta andando consolidandosi è quella che le figure con una bassa qualificazione trovano sempre meno spazio nel mercato del lavoro quindi è sempre meglio, se non si prosegue con il corso di studi, finire le scuole medie superiori e orientarsi verso un corso di formazione professionale. Se non si vuole frequentare l'università, è bene sapere che fra i diplomi, il più richiesto è quello amministrativo-commerciale che vanta una previsione di 48.300 assunzioni stagionali e non. C'è poi quello nel settore turistico-alberghiero con 41.400 e tendente ad aumentare e infine quello meccanico con una previsione di 20.200. Anche l'esperienza professionale è importante per stabilire l'inizio di un rapporto di lavoro. 57,2% delle assunzioni totali del 2014 erano di persone con un'esperienza di lavoro pregressa mentre nel 2013 la percentuale era del 56,1%. Se invece parliamo di esperienza professionale di laureati, il dato è ancora più confortante: nel 2013 erano il 62,9% e nel 2014 il 65,6%. Più della metà degli assunti (oltre il 60%), sia diplomati che possessori di qualifiche professionali, aveva un curriculum che andava ben oltre il semplice titolo di studio. E, a conferma della netta separazione fra formazione accademica e mondo del lavoro, nel 77,6% dei casi di assunzione di laureati, le imprese ritengono necessario un periodo di formazione ulteriore. Formazione che di solito consiste in corsi organizzati sia dentro la stessa azienda o basati sull'affiancamento dei neo assunti a colleghi più esperti, che all'esterno della stessa. Questa necessità si affievolisce per quanto riguarda i diplomati già in possesso qualifica professionale.

Tags:
assunzionineolaureatilavoro
Loading...
in vetrina
DILETTA LEOTTA, BIKINI E LATO B MOZZAFIATO: LE FOTO PAPARAZZATE

DILETTA LEOTTA, BIKINI E LATO B MOZZAFIATO: LE FOTO PAPARAZZATE

i più visti
in evidenza
Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
Ipotesi plexiglass in spiaggia Greta: "Me volete fa inc...?"

Coronavirus vissuto con ironia

Ipotesi plexiglass in spiaggia
Greta: "Me volete fa inc...?"


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova Jeep® Compass: con il tricolore nel DNA

Nuova Jeep® Compass: con il tricolore nel DNA


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.