A- A+
Green

La bottiglia non basta più: vino e alcolici cambiano forma. Lattine, bustine, brick: non ci sono limiti alle nuove strategie industriali. Addio vetro, anche alluminio, cartone e persino sacchetti da spremere possono fare ala caso. Anche se c'è chi storce il naso. Non sono solo i puristi del vino, gli integralisti del rituale che dalla spremitura arriva al calice. Sono anche alcuni consumatori, preoccupati che le nuove confezioni, con i loro colori sgargianti e le modalità agita e gusta possano attirare i più giovani. Anzi, peggio: il rischio è quello di trarre in inganno. Un caso o una nuova strategia commerciale?

Negli ultimi anni, le imprese produttrici di alcol hanno convogliato sempre più investimenti verso lo studio di una nuova veste, più accattivante. Una manovra che, secondo i critici, svela un'ipocrisia: da una parte la comunicazione sociale mette all'indice il consumo eccessivo di alcol e la legge vieta o limita la vendita ai minorenni. Dall'altra però le imprese puntano a un target sempre più giovane.    

Al di là di dubbi e problemi, resta comunque l'emergere di una nuova moda e di nuove abitudini di consumo. Anche se la tradizione del vino resta forte, il formato di vendita sta evolvendo. Si va dalle bottiglie di formato ridotto al vino in brick. Dagli alcolici monoporzione alle lattine. I nuovi prodotti giocano su prezzi ridotti e facile reperibilità e sembrano aprire la strada all'alcol da borsetta.

 

 

         

 

 






 

Tags:
acolicilattinamarketing
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.