A- A+
Green

 

fontana acqua

Bottiglie di plastica addio. "Consumate l'acqua del rubinetto": lo dice la legge. Il provvedimento è stato emesso dall'amministrazione di Concord, una cittadina del Massachusetts. Dopo quasi tre anni di battaglie, gli attivisti sono riusciti a fare approvare una legge che bandisce le monoporzioni d'acqua. In questo modo, sperano gli ecologisti, si ridurranno i rifiuti e l'emissione di combustibile fossile necessaria alla produzione dei contenitori di plastica.

I venditori che si ostineranno a vendere le bottigliette, dopo il primo richiamo, dovranno pagare una multa da 25 dollari, mentre dalla terza volta saranno costretti a sborsare il doppio. L'unica eccezione saranno eventuali stati di emergenza.

Le ragioni degli attivisti si basano sui numeri: gli americani che nel 2007 hanno utilizzato 50 miliardi di bottigliette riciclandone appena il 23 per cento. L`Epa, un'agenzia federale per la protezione dell`ambiente, che denuncia 31 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica nel 2010.

Ma la presa di posizione di Concord non piace a tutti, soprattutto alle aziende che producono e distribuiscono le bottigliette, decise a continuare la vendita appena fuori dai confini cittadini. "Le città sono abbastanza vicine che le persone possono camminare due minuti e trovare le bottiglie a Acton o Bedford - ha detto una residente, Jenny Fioretti, alla televisione locale Whdh, aggiungendo che - non aiuterà molto, non credo".

Tags:
plasticabottiglie

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.