A- A+
Green

Produrrà 75 milioni di litri all’anno di bioetanolo “di seconda generazione”, ottenuto cioè con prodotti agricoli residuali, la bioraffineria  inaugurata a Crescentino (Vercelli), alla presenza del ministro allo Sviluppo Economico Flavio Zanonato e del governatore del Piemonte Roberto Cota.
“È il primo impianto al mondo di questo genere”, ha spiegato Guido Ghisolfi, ad di Beta Renewables, joint venture tra Biochemtex, società di ingegneria del gruppo Mossi Ghisolfi, il fondo americano TPGed e la danese Novozymes, leader mondiale della bio-innovazione. L’impianto è il frutto di un investimento di 150 milioni di euro e occupa una superficie di 15 ettari. Darà lavoro diretto a un centinaio di persone e indiretto a 200.
Al progetto ha partecipato anche la Regione Piemonte, con un investimento di 3 milioni di euro. “Un impianto all’avanguardia nel mondo”, ha sottolineato Cota. “La Regione ha fatto la precisa scelta precisa di sostenere il sistema produttivo e gli investimenti in ricerca ed innovazione all’interno di una politica industriale che, invece, è mancata allo Stato centrale. Il governo regionale ha fatto tutto il possibile e anche di più e abbiamo fatto le nostre scelte sulle aziende che possono essere competitive”.
L’aspetto innovativo della bioraffineria risiede nella piattaforma tecnologica impiegata per ottenere il bioetanolo. La tecnologia Proesa, acronimo che sta per produzione di etanolo da  biomassa, combinata con gli enzimi Cellic prodotti da Novozymes, utilizza infatti gli zuccheri presenti nelle biomasse lignocellulosiche per ottenere alcol, carburanti e altri prodotti  chimici, con minori emissioni di gas climalteranti e a costi competitivi rispetto alle fonti fossili. Inoltre, produce  biocarburanti che assicurano una riduzione delle emissioni di gas  serra vicina al 90% rispetto all’uso di combustibili di origine  fossile, notevolmente superiore alla riduzione raggiunta dai  biocarburanti di prima generazione.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bioetanolo
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.