A- A+
Green
COP21, la settimana decisiva per il futuro della Terra


Di Paola Serristori

Quarantotto pagine e 14 "facilitatori", vale a dire la bozza d'accordo sul cambiamento climatico e gli esperti incaricati dal presidente della Conferenza delle Parti in seno all'Onu (COP21) Laurent Fabius di cercare un compromesso tra i Paesi sulle opzioni ancora aperte dei paragrafi. E' ora affidato a questi numeri il destino della Terra. Durante la prima settimana di lavori della Conferenza si sono ascoltate tante cifre sulle emissioni di gas ad effetto serra, sui Paesi che inquinano di più e da quanto tempo, sui finanziamenti necessari per cambiare il sistema dell'energia dai combustibili fossili alle fonti rinnovabili. E naturalmente sui gradi di temperatura che l'ecosistema, compresi agricoltura ed allevamento, può sopportare ancora, la soglia della catastrofe. Da oggi a Parigi-Le Bourget inizia la settimana decisiva per il futuro dell'uomo.
Il presidente francese Francois Hollande ha consegnato sabato il suo messaggio, a conclusione dell'Action Day, giornata in cui si è data attenzione alle innovazioni in corso in molti Paesi del mondo, appunto all'azione che concretizza i buoni propositi: "Dobbiamo salvare la Terra, la nostra casa comune. A quelli che si accontenterebbero del minimo che sarebbe il massimo della catastrofe lancio un appello perché nei prossimi giorni tutto si deciderà. Dobbiamo essere all'altezza del Pianeta". Questa è anche una settimana cruciale per raccogliere l'attenzione della comunità economica internazionale: servono fondi per la transizione energetica. E per trovarli è stata messa in piedi un'organizzazione mai vista prima. Oggi e domani, a pochi metri dalle sale di negoziazione sul testo, si tiene il "Caring for Climate Business Forum", sempre nel quadro di Lima-Paris Action Agenda (LPAA), progetto che ha preso avvio al termine della precedente COP per favorire gli investimenti: i Paesi industrializzati, e tra questi anche l'Italia, firmano impegni finanziari per realizzare lo sviluppo energetico con fonti rinnovabili nei Paesi in via di sviluppo. Allo Stade de France si svolge "Sustainable Innovation Forum" (SIF15) sull'innovazione sostenibile, a cui prendono la parola ministri, leader internazionali, presidenti ed amministratori di multinazionali. Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon ha annunciato un prossimo incontro a Washington, il 5-6 maggio 2016, coi dirigenti del mondo degli affari: "Il summit servirà da catalizzatore degli sforzi. Dobbiamo intensificare la nostra azione a tutti i livelli e procedere più veloci".
A COP21 il miliardario cinese Jack Ma, fondatore di Alibaba e da anni impegnato a sostenere programmi per aria ed acqua pulita, intervenendo all'Action Day ha aggiunto il suo richiamo a salvare la Terra, ma anche ad investire nelle energie rinnovabili: "La scorsa settimana a Pechino c'era uno smog incredibile. Vedo i miei amici in ospedale, malati di cancro. Se non ci riuniamo tutti insieme non potremo dare un futuro ai nostri figli. A due anni ricordavo di avere fatto il bagno in un lago, sono tornato a cinquant'anni ed il lago non c'era più, prosciugato. Sapete qual è la foto che i cinesi condividono sui social? Tutti i giorni in cui il cielo è blu i cinesi condividono la foto. Di questo passo i nostri bambini ci chiederanno che cos'è una tigre poiché perderemo tutte le specie com'è avvenuto coi dinosauri. La nostra generaione ha beneficiato del consumo energetico, ma la generazione futura soffrirà. Quando ho iniziato la mia attività ho dovuto affrontare dei problemi logistici. Ho chiesto ai miei tecnici che cosa si poteva fare ed i giovani hanno trovato la soluzione. La conoscenza rende intelligenti. Siamo alla ventiduesima conferenza sul cambiamento climatico, basta dire 'è un problema tuo, non mio'. L'essere umano deve combattere una guerra contro la debolezza umana. Dobbiamo vedere in questa crisi ambientale un'opportunità. Dove ci sono più problemi ci sono più opportunità e questo vale per ogni transizione".
 

Tags:
clima parigi
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà

Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.