A- A+
Green
Edison e Istituto Montani inaugurano il simulatore navale

L’Istituto Montani di Fermo ed Edison hanno oggi inaugurato il primo simulatore navale in Europa con un software dedicato alle attività di tutela dell’ambiente. Il laboratorio, che è frutto di un accordo siglato un anno fa tra l’Istituto Montani di Fermo ed Edison con la collaborazione dell’Autorità Marittima, permette la formazione sia alla navigazione marittima sia all’impiego di mezzi per la salvaguardia dell’ecosistema marino. A beneficiare di questo innovativo strumento sono gli studenti dello storico istituto Montani, ma anche l’Autorità Marittima che lo può usare per la formazione continua dei suoi addetti. Attualmente il simulatore riproduce dieci aree geografiche che includono numerosi porti nazionali e internazionali e dieci tipologie di navi, e presto sarà implementato con altre aree marine e ulteriori modelli reali e virtuali progettati anche dagli stessi studenti di informatica dell’Istituto che arricchiranno la proposta formativa.

“Edison è convinta che il ruolo di un grande operatore di energia nella società non si limiti alle attività di produzione che generano valore economico - dichiara Nicola Monti, Direttore settore idrocarburi di Edison –. Vogliamo essere parte integrante di una rete più ampia con cui ci relazioniamo per creare valore sociale e condiviso sul territorio. Collaborare a un progetto di formazione per i giovani, offrire loro opportunità di crescita e contribuire a un tessuto sociale ed economico in salute, vivace e innovativo rappresenta un vantaggio competitivo per tutta la comunità, imprese incluse”. – continua Monti -  “Sono già oltre 500 le ore di formazione che abbiamo erogato ai ragazzi che sono venuti sui nostri impianti sia a terra sia a mare dalla firma dell’accordo a oggi”.

“L’eccellenza è un tratto distintivo dell'istituto Montani come di Edison fin dalla fine dell'800 e l’inaugurazione del simulatore è un ulteriore conferma di questa capacità. Grazie a questo accordo gli studenti beneficiano di un’offerta didattica innovativa in grado di creare professionalità altamente qualificate.”  - dichiara Margherita Bonanni, Dirigente scolastico dell’Istituto Montani - “L’iniziativa favorisce lo sviluppo del nostro territorio attraverso la formazione di tecnici con competenze specifiche in campo navale e ambientale. Da sempre creiamo valore attraverso sinergie tra scuola e impresa, e oggi promuoviamo la cultura diffusa della responsabilità sociale occupandoci anche di tematiche ambientali e di sicurezza.”

L’accordo, realizzato in collaborazione con l’Autorità Marittima, ha portato all’allestimento di un laboratorio di simulazione navale dotato di sistemi tali da consentire, mediante un’interfaccia grafica, di eseguire e analizzare esercizi di simulazione di navigazione e manovra di navi in differenti condizioni meteomarine. Il sistema comprende un modulo finalizzato alla gestione di interventi di tutela dell’ambiente, sicurezza e di logistica proprie delle attività off-shore. L’obiettivo del progetto è quello di formare gli studenti del corso di conduzione del mezzo navale attraverso una sofisticata strumentazione che possa simulare, tra le altre, le attività antinquinamento svolte con unità navali dotate di specifici mezzi come panne galleggianti e attrezzature di aspirazione.

Allo scopo di assicurare, durante l’esperienza formativa, l’applicazione pratica dell’insegnamento ricevuto presso l’Istituto Scolastico, Edison si è impegnata a consentire agli studenti del Montani di effettuare esercitazioni sia in mare aperto, a bordo dei propri mezzi navali, sia a bordo degli impianti off-shore Edison installati in Adriatico. Durante le attività gli studenti possono fare pratica di uscite in mare, esercitazioni antincendio e antinquinamento e manovre di ingresso e uscita dal porto. Le ore di formazione erogate agli studenti, nel corso di questo primo anno di avvio del progetto, sono arrivate già a 500 e hanno compreso esercitazioni sugli impianti Edison e quattro uscite a mare su mezzi navali.

All’occorrenza l’accordo prevede che il sistema di simulazione navale possa essere utilizzato sia da Edison per implementare il proprio Piano Antinquinamento predisposto per le concessioni minerarie, sia dall’Autorità Marittima per la formazione e la preparazione del personale marittimo.

L’impegno di Edison e in particolare del distretto operativo con sede a Pescara, a essere parte attiva e integrante delle comunità in cui opera si è concretizzato anche nell’ospitare, presso la nave di stoccaggio Alba Marina di servizio al campo off-shore Rospo Mare a largo di Vasto, 100 ragazzi degli Istituti Nautici di Ortona e Termoli per corsi di formazione della durata di una giornata fino a tre giorni.

 

 

Tags:
edison-montani-simulatore-navale

i più visti

casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.