BANNER


Ma a tentare l'esperimento ci sono stati anche altri 15 paesi tra cui India, Bangladesh, Tanzania, Argentina e Fiji.  "Non avrei mai potuto immaginare niente di tutto questo", ha ammesso il meccanico brasiliano.

Un'idea semplice - che l'inventore non ha mai brevettato e quindi non ci ha mai guadagnato - senza strumenti sofisticati e assolutamente gratis riesce a dar luce alle famiglie povere nel mondo. La sua 'illuminazione' e' nata nel 2002 quando, in un giorno di black-out, Moser ha cercato di creare della luce in assenza di corrente.

La bottiglia sfrutta la rifrazione della luce solare attraverso l'acqua e la candeggina serve a mantenere trasparente la bottiglia evitando la formazione di alghe. Si fa un foro nel tetto, si posiziona la bottiglia, si fissa con la resina poliestere e il gioco e' fatto. La 'lampada-Moser' puo' arrivare fino a 60 watt e non emette Co2.

2013-11-28T13:10:04.857+01:002013-11-28T13:10:00+01:00truetrue1036116falsefalse252Green/green4130936110362013-11-28T13:10:04.917+01:0010362013-11-28T13:39:14.413+01:000/green/lampadina-bottiglia-candeggina281113false2013-11-28T13:39:17.087+01:00309361it-IT102013-11-28T13:10:00"] }
A- A+
Green

Una bottiglia, un litro d'acqua e un tappo di candeggina, non serve altro per creare la lampada Moser. Funziona senza elettricita' e realizzarla sembra essere proprio un gioco da ragazzi. Si tratta di una scoperta rivoluzionaria quella del meccanico brasiliano Alfredo Moser e - secondo quanto riferisce la Bbc - sta illuminando veramente tutto il mondo.

Nelle Filippine, dove un quarto della popolazione vive sotto la soglia della poverta', la 'Moser Lamp' ha subito preso piede in ben 140mila case. La Fondazione filippina MyShelter, specializzata in costruzioni alternative, ha cominciato a produrre le nuove lampade dal giugno del 2011 e Illac Angelo Diaz, il direttore esecutivo, ha stimato che entro l'inizio del prossimo anno un milione di case, perlopiu' baracche, saranno 'accese' (anche se solo durante il giorno) grazie alle bottiglie di Moser. "Alfredo Moser ha cambiato le vite di un esagerato numero di persone, per sempre credo", ha detto Diaz alla Bbc.

lampadina moser
GUARDA IL VIDEO
BANNER


Ma a tentare l'esperimento ci sono stati anche altri 15 paesi tra cui India, Bangladesh, Tanzania, Argentina e Fiji.  "Non avrei mai potuto immaginare niente di tutto questo", ha ammesso il meccanico brasiliano.

Un'idea semplice - che l'inventore non ha mai brevettato e quindi non ci ha mai guadagnato - senza strumenti sofisticati e assolutamente gratis riesce a dar luce alle famiglie povere nel mondo. La sua 'illuminazione' e' nata nel 2002 quando, in un giorno di black-out, Moser ha cercato di creare della luce in assenza di corrente.

La bottiglia sfrutta la rifrazione della luce solare attraverso l'acqua e la candeggina serve a mantenere trasparente la bottiglia evitando la formazione di alghe. Si fa un foro nel tetto, si posiziona la bottiglia, si fissa con la resina poliestere e il gioco e' fatto. La 'lampada-Moser' puo' arrivare fino a 60 watt e non emette Co2.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mosercandegginalampadina
in evidenza
Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

Nino Cerruti

Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid

Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid


casa, immobiliare
motori
Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport

Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.