A- A+
Green
Mobilità: Penalosa ospite di Edison

Mobilità sostenibile e rigenerazione urbana. Edison Open 4Expo riaccende l’attenzione sul ciclismo urbano con Bike&TheCity-The Next Revolution, il convegno organizzato in collaborazione con Cyclopride per affrontare la questione di come trasformare le nostre città da luoghi di transito e sosta per automobili in spazi comunitari sani ed efficienti.

 

Ospite d’eccezione Gil Peñalosa, fondatore di 8-80 Cities (società no-profit canadese che assiste le amministrazioni pubbliche nella creazione di città energetiche e sane) ed ex assessore al Verde di Bogotá che ha rivoluzionato il modo di vivere e spostarsi nella città colombiana, grazie alla realizzazione di un’estesa rete di piste ciclabili e lanciando per primo le giornate senza auto. A intervenire anche l’onorevole Paolo Gandolfi della commissione Trasporti della Camera, Pierfrancesco Maran, assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Virginio Merola e Andrea Colombo, rispettivamente sindaco e assessore ai trasporti di Bologna.

 

Secondo Peñalosa perché una città possa trasformarsi in smart citiy, è necessario valorizzare innanzitutto gli spazi pubblici, ripensando le priorità: prima i pedoni e le biciclette e infine le macchine. “Bisogna riprogettare le città immaginando di rispondere alle esigenze di un bambino di 8 anni come ad un anziano di 80: se facciamo questo, realizzeremo una città adatta a tutte le persone”. Ciò significa più parchi, “i luoghi più democratici” per Peñalosa in quanto luoghi di integrazione sociale dove tutti – ricchi e poveri – sono uguali, e creare dei percorsi sicuri per pedoni e biciclette, limitando lo spazio riservato alle macchine. Peñalosa alla sua prima visita a Milano, ha detto di aver trovato “una bella città, con un efficiente sistema di bike sharing, spazi pedonali e interessanti edifici, come il Bosco Verticale”. Ma, ha avvertito, “Milano è una città dove ancora oggi molti usano la macchina. Milano deve passare da essere una buona città a una città eccellente e questo lo può fare incoraggiando l’uso della bicicletta attraverso una maggior interconnessione con i trasporti pubblici”.

 

Nel corso della giornata Massimo Cirri e Sara Zambotti, i conduttori del celebre programma Caterpillar in onda su Radio2, hanno promosso una raccolta firme per candidare la bicicletta al Nobel per la pace, con la motivazione che “la bicicletta è il mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità. Permette a tutti di muoversi, poveri e ricchi, riduce le differenze sociali e uccide raramente. La bicicletta non inquina risparmiando le persone dal rischio di malattie e i sistemi sanitari dai costi delle cure, perché la bicicletta aiuta a restare in salute”.

Bike&TheCity è parte di Edison Open 4EXPO, il calendario di eventi che Edison propone durante i 6 mesi dell’Esposizione Universale per stimolare il dibattito sui temi strategici più vicini alla sua identità: innovazione, sostenibilità, crescita economica e sociale. L’iniziativa, in particolare, si inserisce nel filone di appuntamenti che Edison Open 4Expo ha dedicato ai temi della mobilità sostenibile: dal ciclismo urbano al cicloturismo, dalla bike economy fino alla sicurezza stradale con un’attenzione particolare alle giovani generazioni.

 

Da maggio a ottobre ogni fine settimana si sono tenuti i laboratori di Ciclofficina rivolti ai più piccoli per insegnare loro come prendersi cura della propria bicicletta e pedalare in tutta sicurezza per strada; tra giugno e luglio si è tenuta The Sun Trip, l’avventura sostenibile in sella a bici solari da Milano alla Turchia e ritorno, per lanciare una nuova modalità di spostamento green, nonché un nuovo modo per scoprire i posti; mentre a settembre è stata la volta del Wolf Bike Tour, una due giorni in biciletta sotto il segno della mobilità lenta e dello slow food, con la possibilità di gustare i cibi della tradizione contadina abruzzese.

 

 

Tags:
mobilità-edison-bicicletta

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.