Roma, 8 apr. (Adnkronos) - ''L'ammodernamento delle infrastrutture è importantissimo e ci siamo dati nuovi standard. Investiremo in manutenzione circa 21 miliardi nei prossimi anni, di cui 2 miliardi l'anno e gran parte di queste risorse saranno spese nei prossimi 10 anni''. Lo ha sottolineato l'ad di Aspi, Roberto Tomasi, in occasione di un convegno sulle infrastrutture di EY.''La capacità del sistema Paese di avere delle regole che effettivamente danno la possibilità di mettere a terra la capacità e la progettualità. Gli iter autorizzativi e i tempi per poter affidare una gara pubblica vanno modificati. Oggi ci vogliono più di 500 giorni. Quasi due anni sono del tutto inaccettabili. Una gara complessa si potrebbe fare in sei mesi, sarebbe un tempo sufficiente'', ha sottolineato Tomasi.Quanto alla cessione di Atlantia della sua quota in Aspi, Tomasi ha commentato: ''Aspetto gli eventi dei prossimi giorni come voi''.

in vetrina
How I Met Your Mother: ufficiale lo spin off con Hilary Duff, tutti i dettagli

How I Met Your Mother: ufficiale lo spin off con Hilary Duff, tutti i dettagli

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i più visti
motori
Ferrari 812 Superfast, svelate le prime immagini

Ferrari 812 Superfast, svelate le prime immagini



RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.