A- A+
Green
Quando il petroliere diventa nimby. Stop al fracking (vicino casa sua)

Questa non si era ancora vista: il petroliere colpito dalla sindrome nimby. Con questo acronimo (che sta per Not In My Back Yard, non nel mio giardino), si indica chi si oppone a opere di interesse pubblico perché troppo vicine al proprio territorio. Ed è quello che sta facendo Rex Tillerson, numero uno del colosso petrolifero statunitense Exxon Mobil. Il magnate si oppone alla costruzione di una torre per il fracking, tecnica estrattiva dello shale gas. Per quale motivo? Perché teme che il suo ranch texano perda valore. 

Come a dire: io faccio fori dove e appena posso. Ma non vicino alla mia casa. Not in my back yard, appunto. E pensare che sul sito corporate di Exxon, si decantano "i vantaggi che lo shale gas per gli Stati Uniti". Che il gruppo guadagna miliardi dalla produzione di gas naturale. E che lo stesso Tillerson si è opposto a una legge che regolamentasse in maniera più stringente il fracking.

Quando però la torre di perforazione si avvicina alla propria casa, il discorso cambia. Tillerson ha aderito a una class action per bloccare la costruzione della torre, perché "gli abitanti hanno scelto quella zona proprio perché senza industrie e all'insegna della vita rurale". Per non parlare degli altri inconvenienti: "Una torre è illuminata di notte e i veicoli vanno e vengono in ogni momento 24 ore su 24".

Un cortocircuito che ha finito per eleggere il numero uno di Exxon a "compagno" delle lotte anti-fracking. Con tanto di hashtag: #ImwithRex, io sto con Rex.


 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
exxonshale gasnimby
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.