A- A+
Home

Traffico d'armi. L'indiziato numero uno della ragione della morte di Ilaria Alpi e del suo operatore Miran Hrovatin - uccisi a Mogadiscio il 20 marzo del 1994 - fa capolino fin da subito, meno di due mesi dopo l'esecuzione dei due giornalisti. A mettere l'ipotesi nero su bianco è nientemeno che il Sisde, il servizio segreto interno della Repubblica. Che in un'informativa riservata del maggio 1994 suggerisce anche i nomi di quattro possibili mandanti. Tutti somali. Non solo. Le fonti del Sisde puntano subito il dito contro la cooperativa italo-somala Somalfish, sui cui pescherecci sarebbero transitate le armi.

In quell'informativa si delinea subito il filo d'Arianna che attraversa la vicenda Alpi-Hrovatin e la fitta coltre di misteri che da 20 anni la circonda. Quelle carte, decine di faldoni, sono ora state desecretate dal governo e l'ANSA, scrive l'agenzia di stampa, ne ha potuto consultare una parte. Ciò che emerge è che il servizio segreto interno, grazie a non meglio precisate "fonti fiduciarie", segue l'evolversi della vicenda e indica il colonnello Mohamed Sheikh Osman (trafficante d'armi del clan Murasade), Said Omar Mugne (amministratore della Somalfish), Mohamed Ali Abukar e Mohmaed Samatar come "probabili mandanti" dell'omicidio. Fatale, per i due reporter, sarebbe stato il viaggio al porto di Bossaso, dove sarebbero saliti a bordo della motonave "21 ottobre", vascello della Somalfish, e avrebbero documentato una partita d'armi marchiata CCCP.

Tags:
ilaria alpi
in evidenza
Camila Giorgi, selfie allo specchio: la minigonna non si vede...

Nuove foto della tennista

Camila Giorgi, selfie allo specchio: la minigonna non si vede...


in vetrina
Müller, premiata agli EDM Awards 2022

Müller, premiata agli EDM Awards 2022


motori
Nuovo Ford Ranger Raptor: il più robusto e potente Ranger di sempre

Nuovo Ford Ranger Raptor: il più robusto e potente Ranger di sempre

Coffee Break

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.