A- A+
Immobiliare
Detrazione del canone d’affitto: chi la può ottenere?

Spesso non ci si pensa, ma anche l’affitto è detraibile dalle tasse. Come riportato da un articolo di Immobiliare.it, al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi si può infatti ottenere un’agevolazione su una parte delle spese complessive che devono essere versate.

Il bonus si chiama Detrazione canoni di locazione 2020 e vale solo se la casa per la quale si fa richiesta è l’abitazione principale. Bisogna inoltre capire se si rientra in una delle quattro categorie che hanno accesso alla riduzione: canone convenzionale, giovani tra i 20 e i 30 anni, alloggi sociali o lavoratori che hanno trasferito la propria residenza per ragioni professionali.

Detrazione canone di locazione a canone convenzionale

Questa prima categoria comprende gli inquilini che hanno stipulato un contratto di locazione per l’appartamento in cui risiedono e hanno un reddito compreso entro determinate soglie:

  • per chi non supera i 15.493,71 euro all’anno l’agevolazione è pari a 495,80 euro;
  • per i redditi fino a 30.987,41 euro annui la cifra si abbassa a 247,90 euro.

I documenti da presentare per accedere al bonus sono il contratto d’affitto e un’autocertificazione che dimostri che l’edificio è utilizzato come abitazione principale.

Detrazione canone di locazione giovani

La seconda tipologia riguarda le persone di età compresa tra i 20 e i 30 anni. L’anno preso in considerazione dalla dichiarazione dei redditi è il 2019 e la condizione vincolante è che il contratto d’affitto per l’abitazione principale sia stato stipulato entro i tre anni precedenti.

Gli aventi diritto possono ottenere fino a 991,60 euro: il loro reddito complessivo, compreso quello di cedolare secca, non deve però superare i 15.493,71 euro. La cifra ottenuta viene in questo caso suddivisa tra tutti i cointestatari del contratto che abbiano l’età adatta ad ottenerla. Per presentare richiesta occorrono il contratto di locazione e un’autocertificazione che attesti che la casa in cui si risiede non corrisponde a quella dei genitori.

Detrazione canone alloggi sociali

Ne hanno diritto le persone che, tra il 2014 e il 2016, sono state in possesso di contratti d’affitto di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale. Quando il reddito complessivo non supera i 15.493,71 euro, si possono ottenere 900 euro di detrazione; quando invece non si oltrepassa la soglia di 30.987,41, la riduzione sarà pari a 450 euro. I documenti da presentare in questo caso sono il contratto o una dichiarazione dell’Ente che certifichi l’abitazione come alloggio sociale. Senza dimenticare, come per le tipologie precedenti, l’autocertificazione dell’abitazione principale.

Detrazione canoni lavoratori

Rientrano in quest’ultimo caso i lavoratori dipendenti che hanno dovuto cambiare comune di residenza per ragioni professionali. La riduzione è di 991,60 euro per i redditi non superiori a 15.493,71 euro e di 495,80 euro per quelli che non oltrepassano la soglia dei 30.987,41 euro. Per ottenerla bisogna presentare il contratto di locazione, quello di lavoratore dipendente e l’autocertificazione.

Loading...
Commenti
    Tags:
    case
    Loading...
    in evidenza
    Conquista pure Melania... Rocco Casalino inarrestabile

    Il portavoce del premier

    Conquista pure Melania...
    Rocco Casalino inarrestabile

    i più visti
    in vetrina
    Mario Balotelli, gol in spiaggia: conquista e bacia una turista. Sul mercato..

    Mario Balotelli, gol in spiaggia: conquista e bacia una turista. Sul mercato..


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen Méhari, la cabriolet innovativa e originale

    Citroen Méhari, la cabriolet innovativa e originale


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.