A- A+
Immobiliare
La casa ecologica si riscalda con la facciata termoattiva

Niente più caldaia, né riscaldamento a pavimento. Per mantenere una buona temperatura in casa sia durante i mesi invernali sia in quelli estivi e, allo stesso tempo, rispettare l’ambiente, l’ultima tecnologia disponibile sul mercato è la facciata termoattiva. Come rilevato da un articolo di Immobiliare.it, si tratta di una scelta green, innovativa e che permette un notevole risparmio.

Un meccanismo ecosostenibile

Sono le pareti a trasmettere calore o a raffrescare, a seconda della stagione. Questa nuova tecnologia trasforma i muri in strutture capaci di accumulare in modo naturare le diverse temperature e di restituirle agli ambienti interni. L’impianto, brevettato dallo Studio DBM di Sesto San Giovanni, è già stato testato su un immobile pilota e presto verrà messo a disposizione di alcuni edifici pubblici: gli obiettivi sono la riqualificazione energetica e il miglioramento delle performance per quanto riguarda i consumi.

Ma come può un muro fungere da termoconvettore? Grazie all’azione combinata di una serie di elementi:

  • il termointonaco, che mantiene la temperatura costante tra i 25 e i 30 gradi evitando dispersioni;
  • una serie di serpentine in cui scorre acqua calda o fredda, come accade anche per il riscaldamento a pavimento;
  • uno strato isolante, che ricopre l’intero edificio;
  • un impianto solare termico e strumenti di ultima generazione, che tengono monitorata la temperatura interna e quella esterna e rendono il meccanismo completamente ecosostenibile.

Più spesa iniziale, ma maggiore risparmio

Mettendo a confronto la facciata termoattiva con un impianto classico, va detto che la spesa iniziale può anche raddoppiare: si parla di circa 120 euro al metro quadro, ai quali devono essere aggiunti i costi dell’impianto solare, che variano rispetto all’immobile. L’investimento però ha un tempo di ritorno stimato in circa 6-7 anni, la metà rispetto alle coperture tradizionali per le quali si rientra dalle spese solo dopo 13 anni.

Se si sta pensando di adottare in futuro un sistema di questo tipo, è però necessario fare alcune considerazioni analizzando le pareti della propria abitazione. La facciata termoattiva non è adatta a tutte le strutture: sono ideali le pareti in cemento, un po’ meno quelle in mattone; le cose si fanno ancora più complicate, infine, quando si parla di facciate in legno o di palazzi storici.

Loading...
Commenti
    Tags:
    case
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Mascherine "creative" Ecco quelle calabresi

    Coronavirus vissuto con ironia

    Mascherine "creative"
    Ecco quelle calabresi

    i più visti
    in vetrina
    NAOMI CAMPBELL NUDA IN METROPOLITANA. Venere Nera senza veli. Tutte le foto

    NAOMI CAMPBELL NUDA IN METROPOLITANA. Venere Nera senza veli. Tutte le foto


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Covid-19, Fase 2 - Mercedes-Benz Truck Italia: è importante recuperare fiducia

    Covid-19, Fase 2 - Mercedes-Benz Truck Italia: è importante recuperare fiducia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.