Roma, 30 set. (Labitalia) - "La riforma del catasto, una volta avviata, avrà tempi per i processi tecnici applicativi di almeno tre anni nei quali evidentemente dovranno esser presi in considerazione aspetti di carattere squisitamente tecnico e conseguentemente di carattere fiscale". Lo dice all'Adnkronos/Labitalia Mario Bulgheroni, esperto di catasto e presidente Avi, Associazione professionale esperti visuristi italiani. "Il processo di rivalutazione catastale - spiega - unito ad una adeguata visura ipotecaria, farà sicuramente emergere gli immobili non censiti e quindi in 'esenzione' fiscale. In questo caso, favorirebbe un gettito fiscale discretamente importante che andrebbe a colmare un'evasione a beneficio di tutti"."La riforma del catasto innanzitutto - sottolinea - non deve influenzare la prima casa, ma comunque, ritengo, debba essere allineata alla valutazione di carattere commerciale, con i dovuti accorgimenti che permettano l'invarianza su coloro che sono ad oggi censiti". "Lo sforzo della riforma del catasto - dice - sarà quello di trovare un algoritmo con gli opportuni fattori che tengano conto delle innumerevoli varianti, per arrivare ad avere una ripartizione equa degli oneri".

in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

i più visti
i blog di affari
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.