Roma, 3 lug. (Labitalia) - Roberto Capobianco è stato riconfermato all’unanimità presidente nazionale di Conflavoro Pmi dai membri dell’assemblea confederativa, composta dai dirigenti delle unioni territoriali di tutta Italia. I lavori si sono svolti oggi (3 luglio) a Roma nella sala convegni dell’Hotel Massimo D’Azeglio. Fiducia confermata anche per i vicepresidenti Giuseppe Pullara e Alessandro Mattesini e per il segretario generale Enzo Capobianco. Massima soddisfazione espressa da Roberto Capobianco. "Si tratta di un riconoscimento significativo per il lavoro svolto in questi anni. Chiaramente il mio ruolo -afferma il presidente- è quello di riferimento nelle relazioni politico-istituzionali, ma quel che conta davvero è la nostra squadra al completo. Abbiamo esperti in ogni ambito e quel che ci piace sottolineare sempre è la massima libertà e il grande pluralismo". "Con una filosofia lontana da vecchi paradigmi sindacali e di associazionismo, abbiamo sinergie e rapporti aperti con le organizzazioni e gli enti più disparati, con gli ordini professionali nazionali e territoriali come quelli di avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro, oltre che con la pubblica amministrazione in ogni suo grado: dai ministeri alle regioni ai comuni", spiega ancora Capobianco. “Conflavoro -spiega ancora Capobianco- sta promuovendo un progetto ambizioso di espansione soprattutto sotto il profilo della mentalità aziendale, della visione ‘oltre’. La nostra associazione è nata dieci anni fa, nel pieno di una crisi economica che, allora, era senza precedenti. Oggi ne stiamo affrontando un’altra che si preannuncia di dimensioni ben maggiori e dagli effetti devastanti per le piccole e medie imprese". "Noi, oggi più di ieri, continueremo ad affiancarle a prescindere dal settore di attività, presentandoci in azienda, fornendo aiuti concreti, consulenze anche in campi spesso sottovalutati come il marketing o l’internazionalizzazione d’impresa, puntando molto su nuove partnership con i mercati internazionali che tanto bramano il nostro made in Italy più puro. E continueremo a livello territoriale grazie a tutti i nostri dirigenti -conclude Capobianco- a collaborare con il governo affinché i tre cattivi pilastri del Paese, ossia burocrazia, costo del lavoro e pressione fiscale possano finalmente diventare meno invasivi per chi vuol fare libera impresa. Saranno anni duri, i prossimi, ma l’Italia siamo certi che saprà rifiorire se si lascerà alle spalle divergenze e personalismi".

in evidenza
Via il reggiseno in spiaggia... Le foto dell'ex di Ramazzotti

Marica Pellegrinelli sensualissima

Via il reggiseno in spiaggia...
Le foto dell'ex di Ramazzotti

in vetrina
Previsioni meteo: weekend di Ferragosto con caldo, afa e qualche temporale

Previsioni meteo: weekend di Ferragosto con caldo, afa e qualche temporale

motori
Enyaq iV, il primo SUV elettrico di Skoda

Enyaq iV, il primo SUV elettrico di Skoda

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Scuola, "Mia figlia si è fatta male, posso chiedere i danni all'istituto?"
di Dott. Francesca Albi *
Migranti, "porti aperti" dicono i nuovi schiavisti supportati dalla sinistra
Di Diego Fusaro
La comunicazione politica influenzata dal populismo degli elettori
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento

I sondaggi di AI

Il vaccino anti Covid deve essere obbligatorio come dice Renzi oppure non obbligatorio come dice Conte?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.