Roma, 21 lug. (Labitalia) - Il radicamento e la diffusione della cultura della sicurezza nell’ambito del settore terziario rappresentano, per Inail e Sistema Impresa, una priorità resa ancora più urgente dall’emergenza indotta dal Covid e che può essere perseguita fornendo alle micro, piccole e medie imprese prassi semplificate, aggiornate e innovative. Va in questa direzione la nuova pubblicazione del 2021 dal titolo 'Fruibilità e applicabilità dell’esempio di compilazione della modulistica del dm 13/02/2014 per un’agenzia di viaggi', che segue la precedente edita nel gennaio del 2020. Il percorso comune intrapreso da Sistema Impresa e dall’Istituto ha prodotto un esempio di attuazione dei modelli di organizzazione e di gestione (Mog) rivolto al comparto dei servizi."La sinergia con Inail -commenta il presidente di Sistema Impresa Berlino Tazza- ha prodotto benefici in materia di gestione della salute e sicurezza molteplici e ampiamente riconosciuti: l’innalzamento qualitativo dei livelli di tutela nei luoghi di lavoro; la riduzione dei costi sociali derivanti da incidenti, infortuni e malattie professionali; l’aumento dell’efficienza e delle prestazioni dell’impresa; il miglioramento della reputazione interna ed esterna dell’azienda". "Nel terziario l’applicazione dei modelli organizzativi si configura come un aspetto problematico e di evidente fragilità. Siamo intervenuti attuando una forte semplificazione relativa alla compilazione della modulistica e alla condivisione di modelli precompilati per le micro, piccole e medie imprese. La sfida che Sistema Impresa e Inail hanno affrontato in piena sintonia ha evidenziato una volontà concorde nel diffondere una superiore consapevolezza in merito al ruolo della sicurezza interpretata come un ausilio per elevare i servizi e le prestazioni delle imprese", continua.La confederazione datoriale, ai fini della realizzazione del progetto, ha coinvolto gli enti bilaterali istituiti con il sindacato dei lavoratori Confsal: l’Ente bilaterale nazionale del terziario Ebiten, il Fondo paritetico Interprofessionale per la formazione continua Formazienda ed il Fondo di assistenza sanitaria integrativa Fass. Matteo Pariscenti, direttore generale di Ebiten, ha avuto un ruolo decisivo collaborando con i tecnici di Inail durante l’estensione del documento individuando i passaggi cruciali che hanno condotto alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra gli attori coinvolti. "Il lavoro che abbiamo portato a termine -spiega Pariscenti- costituisce il primo esempio di implementazione di Mog fornendo, in un periodo di crisi economica e sociale generata dalla pandemia, un punto di riferimento utile per le micro, piccole e medie imprese della filiera del turismo e della ristorazione. Sono attività particolarmente esposte in ragione del fatto che prevedono necessariamente il contatto con il pubblico. Abbiamo predisposto, insieme ad Inail, uno strumento innovativo che tutela al meglio le aziende ed i lavoratori".

in evidenza
Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

Politica

Paragone, picconate a Burioni
"Ti ho denunciato e...". VIDEO

in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

i più visti
i blog di affari
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.