A- A+
Libri & Editori
Casa Manzoni sarà la "Casa del Romanzo". Il progetto è affidato a Scurati e Bertante

L'assessore Del Corno ad Affaritaliani.it: "Una Casa per la narrativa italiana contemporanea a Milano..." (l'intervista pubblicata il 28 febbraio 2014)

FilippoDelCorno


L'INTERVISTA/ Si discute sul recupero di Casa Manzoni dopo la chiamata a raccolta di Giovanni Bazoli. L'assessore alla Cultura Filippo Del Corno ad Affaritaliani.it: "Perché non dedicare la casa che fu dello scrittore al presente e al futuro del romanzo italiano? Per la 'Casa della narrativa' che ho in mente mi aspetto sollecitazioni dagli scrittori...". A questo proposito ricordiamo a Del Corno che già nel 2011 Scurati e Bertante (già promotori di "Officina Italia") avevano auspicato l'apertura di un 'Casa della letteratura': "Quella loro idea può essere un punto di partenza..."

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

Anteprima/ Scurati svela la "Casa del romanzo" di Milano... (l'intervista pubblicata il 12 maggio 2014)

Ne avevamo già scritto lo scorso 28 febbraio (nel box l'intervista all'assessore alla Cultura di Milano Filippo Del Corno, ndr). E oggi, con l'arrivo nel capoluogo lombardo del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, è arrivata un'ulteriore conferma. Il progetto per il rilancio di Casa Manzoni va avanti. Via Twitter il ministro ha annunciato l'insediamento del nuovo Cda e ha parlato di "un progetto per valorizzare la parte storica e museale affiancandole un dinamico centro del Romanzo".

Dopo la chiamata a raccolta da parte del presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli per il recupero della dimora dell'autore de I Promessi Sposi, infatti, anche grazie all'interessamento di Del Corno sono stati fatti molti passi avanti. L'assessore ci aveva anticipato che, oltre al restauro di un luogo simbolo della cultura milanese e italiana, l'altro obiettivo è di "fare di Casa Manzoni una casa per la narrativa italiana contemporanea".

Dopo l'intervento odierno di Franceschini, siamo quindi tornati a chiedere ulteriori dettagli all'assessore alla Cultura di Milano: "La presenza a Milano del ministro Franceschini e il suo sostegno ci danno entusiasmo. Ora il progetto può avviarsi". Chiarisce Del Corno: "Non vogliamo cambiare natura alla Casa del Manzoni. La nostra idea non è certo quella di sostituire il Centro Studi, ma di affiancare al lavoro della Fondazione un'offerta museale che abbia un approccio più attrattivo". E non solo: "L'altro obiettivo è quello di aprire i locali che recentemente si sono liberati al pian terreno. L'ipotesi a cui stiamo lavorando è quella fondare una 'Casa del Romanzo', che sappia raccontare lo sviluppo del romanzo stesso dai tempi del Manzoni fino ad oggi, guardando anche al futuro".

Ma a chi sarà affidata la "Casa del Romanzo" di Milano? Del Corno annuncia ad Affaritaliani.it che, in sintonia con quanto da tempo auspicato da scrittori come Antonio Scurati e Alessandro Bertante (già co-fondatori del festival Officina Italia), il Comune di Milano vuole dare vita a uno spazio aperto al pubblico, che gestiranno gli autori stessi, in cui la narrazione sarà protagonista". La "Casa del Romanzo" sarà quindi affidata a Scurati, Bertante "e a un gruppo di autori milanesi che da tempo sollecitano le istituzioni della città  per dar vita a uno spazio che metta al centro la letteratura".

Ma il restauro della Casa del Manzoni si concluderà in tempo per Expo? "Il restauro conservativo ha i suoi tempi; la Casa va resa fruibile per il pubblico. Non so ancora se si farà in tempo per Expo. Spero di sì. In questo momento, però, più che le scadenze temporali, mi interessano le potenzialità di questo spazio. Quello che abbiamo in mente è un progetto di grande respiro per la città".

CasaManzoni
LA CASA DEL MANZONI

IL COMUNICATO DEL COMUNE DI MILANO -  Il Ministro Franceschini ha visitato oggi insieme all'Assessore alla Cultura Filippo Del Corno gli spazi della Casa del Manzoni, in via Morone 1, dove in mattinata si è svolta la riunione di insediamento del nuovo Consiglio Direttivo della Fondazione ‘Centri Nazionale Studi Manzoniani’, nominato con decreto del Ministro il 18 aprile scorso. Compongono il nuovo Consiglio - che sostituisce il precedente giunto a scadenza e che durerà in carica fino ad aprile 2014 - i professori Angelo Stella, Salvatore Nigro, Mauro Novelli e Paola Italia, nominati dal Ministro, oltre all'Assessore Del Corno, delegato permanente del Sindaco. Durante la riunione di oggi è stato eletto il Presidente nella persona di Angelo Stella e il Vice Presidente in quella di Mauro Novelli. Confermato Presidente Onorario Giovanni Bazoli, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa San Paolo. Durante la visita alla Casa del Manzoni, il Ministro Franceschini ha condiviso con l'Assessore Del Corno l'idea di promuovere, da subito e per i prossimi cinque anni, progetti culturali strettamente legati all'obiettivo statutario della Fondazione, cioè allo studio e all'approfondimento dell'opera del grande scrittore, ma anche aperti alla partecipazione della città.
 

 

Tags:
casa manzonicentro del romanzodario franceschini
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare


casa, immobiliare
motori
DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure

DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.