A- A+
Libri & Editori
Editoria/ I libri tascabili sono in crisi? Tea: “Ecco la nostra risposta…”

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

A differenza di quanto accade negli Usa e in Inghilterra, dove storicamente i libri tascabili hanno sempre giocato un ruolo centrale nel mercato editoriale, raggiungendo spesso i vertici delle classifiche, in Italia i paperback non hanno mai conquistato il centro della scena.

Da più di due anni, tra l’altro, il settore è in difficoltà, per almeno tre ragioni: da una parte, infatti, è in lenta ma costante ascesa un concorrente assai temibile per i volumi cartacei tascabili, e cioè l’e-book; dall’altra, la tendenza a un generale abbassamento dei prezzi delle novità in tempi di crisi generale delle vendite in libreria (vedi la moda dei “9,90”) ha avuto come conseguenza la “crisi d’identità” dei tascabili, da sempre associati a un prezzo più basso (circa la metà della novità); non è finita: come nota Stefano Res, dal 1999 direttore editoriale della TEA (casa editrice del gruppo GeMS che fa dei paperback il proprio core business e dove Res ha iniziato la sua carriera nel 1990), “oggi praticamente in ogni settore si attribuisce un valore molto alto  all’idea di novità. Accade anche in libreria, dove i lettori preferiscono comprare ‘la novità’ del momento, che risulta più 'attraente' rispetto a un titolo pur importante ma uscito anche pochi anni fa”.

IL LANCIO DI TRE60

"Ecco perché GeMS lancia una nuova casa editrice di libri a 9,90 euro". Il Dg Tarò racconta il progetto "low cost" TRE60 - L'intervista del 24 gennaio 2012

 

TASCABILI A 6,90 EURO - Affaritaliani.it ha incontrato Stefano Res negli uffici milanesi della GeMS. Con lui anche Marco Tarò, direttore generale del gruppo Mauri Spagnol. L’intervista  non è solo l’occasione per fare il punto sull’evoluzione del mercato dei libri tascabili, ma anche per annunciare alcune importanti novità che sta per lanciare TEA (acronimo di “Tascabili degli editori associati”). Novità che sono “frutto di mesi di riflessioni”, e che puntano a sfidare la crisi nel settore dei paperback. Su tutte spicca l’arrivo in libreria, a fine febbraio, di una collana di titoli a soli 6,90 euro, tra cui la saga del mago Taita, i romanzi egizi di Wilbur Smith, maestro dell’avventura, le prime storie di Dirk Pitt firmate da Clive Cussler, altro autore di bestseller, i successi di Lee Child e Marco Buticchi, e i mystery più venduti di Elizabeth George. TEA, quindi, riporterà sugli scaffali (con una nuova grafica e a un prezzo ancora più basso) una serie di titoli cult della narrativa d’intrattenimento (thriller, avventura, mystery, fantasy, sentimentale…). E non è finita: parallelamente, infatti, sta per uscire un'altra nuova collana dedicata ai cosiddetti “tascabili di qualità” (a un prezzo più alto, compreso tra i 9 e i 12 euro a seconda della foliazione), che darà spazio ad autori come Bill Bryson, Vikram Seth, Anne Tyler, Ian Sansom e Michael Ende. E più avanti toccherà, tra gli altri, a Charles Bukowski, Luis Sepúlveda, Irvine Welsh e Stefano Piedimonte. “Le uscite saranno a blocchi ravvicinati”, chiarisce Res. TEA, infatti, “punta a conquistare spazi importanti nelle librerie e a presentarsi come marchio ancor più riconoscibile rispetto al passato”.

SPERIMENTARE CON I TASCABILI - Per Marco Tarò “l’editoria libraria vive una fase di grandi cambiamenti”. In questo contesto, il tascabile “è l’ambito in cui sperimentare. Con TEA lo stiamo facendo”. Il prezzo in quest’operazione è fondamentale, come ammette l'Ad della TEA: “Se, a parte rare eccezioni, i lettori trovano hardcover a prezzi mediamente molto più bassi del passato, inevitabilmente anche i tascabili devono riposizionarsi. Ecco spiegata la nostra scelta”.

StefanoResTEA
 

ORIGINAL IN AUMENTO - I primi tascabili TEA arrivarono in libreria nel 1988, e già due anni dopo venne pubblicato il primo original. Anche se TEA resta un marchio specializzato nei paperback (che, negli anni, ha ripubblicato il meglio del catalogo delle case editrici del gruppo GeMS), sin dall’inizio ha pubblicato anche novità direttamente in tascabile; e negli ultimi due anni, in particolare, la produzione di original è aumentata (nel 2012 e nel 2013 hanno rappresentano circa il 25/30% del fatturato della TEA): “Quest’anno puntiamo sui ritorni di Gianni Simoni, ex magistrato e raffinato giallista, un autore che merita di raggiungere un pubblico ancora più vasto, e su Roberta Gallego, trevigiana, sostituto procuratore e autrice di noir. Ma avremo anche tante novità nella varia, come ad esempio il nuovo libro molto atteso di Simone Dalla Valle, dedicato alla comunicazione tra cane e uomo”, anticipa il direttore editoriale Res.

UN BILANCIO DI TRE60 E a proposito di original, a ormai quasi due anni dallo sbarco sugli scaffali delle librerie è il momento di fare un primo bilancio del percorso fin qui compiuto da Tre60, marchio editoriale di TEA, il cui programma è curato dalla coppia Stefano Res-Cristina Prasso (direttrice editoriale della Nord): “Tre60 è nata per occupare uno spazio nell’area dei romanzi commerciali a 9,90 euro. Quella fase si è conclusa con buoni risultati. Conclusasi quella fase con buoni risultati, ora Tre60 deve diventare appunto un marchio a 360 gradi, di fiction e non fiction, e deve puntare su un taglio popolare e aggressivo. Tra le novità in arrivo, segnalo a fine aprile l’uscita di alcuni titoli di argomento militare, che continuano ad avere la loro nicchia di lettori fedeli”.

Marco Tarò
 

UNA COLLANA DI TASCABILI DEDICATA A TERZANI - A maggio la Longanesi porterà in libreria “Un’idea di destino”, volume che offrirà un'ampia scelta dai diari inediti di Tiziano Terzani, in occasione del decimo anniversario della morte. Un evento editoriale. Qualche settimana prima, come annuncia Stefano Res ad Affaritaliani.it, TEA lancerà una nuova collana dedicata esclusivamente a Terzani, che ospiterà una nuova edizione delle sue opere. Se finora le copertine dei libri dell’autore di “Un indovino mi disse”, “Buonanotte, signor Lenin” e “Lettere contro la guerra” erano caratterizzate da ritratti fotografici del giornalista, per la nuova collana la TEA ha scelto di affidarsi a un artista contemporaneo, Nicola Magrin, che ha realizzato una serie di raffinate illustrazioni originali, che puntano a conquistare “i lettori più giovani, che magari non hanno mai letto Terzani”. Una scelta rischiosa, apparentemente poco commerciale, facciamo notare a Res. Che, però, la pensa diversamente: “Oltre ai giovani, anche i lettori che già conoscono e amano Terzani forse saranno attirati da questi nuovi e inattesi 'vestiti' e, forse, vorranno collezionarli”.

IL GRUPPO GEMS E LA CRISI IN LIBRERIA - Chiudiamo l’intervista chiedendo a Marco Tarò com’è iniziato il 2014 del gruppo GeMS: “Il momento difficile prosegue, per tutti. Dubito che nel breve periodo il mercato subirà un’inversione di tendenza. La nostra programmazione editoriale quest’anno  prevede una maggiore concentrazione di uscite importanti, prima dell’estate e in autunno. Da un punto di vista più strettamente gestionale noi abbiamo da sempre tenuto sotto controllo la nostra struttura dei costi fissi, che è sempre rimasta leggera, e in questa fase complicata ciò ci aiuta permettendoci di guardare all’evoluzione della situazione con maggior tranquillità ed interventi meno drastici rispetto a quanto accade in generale nell’industria, culturale e non”.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
stefano resmarco tarògemsgruppo gemstealibri tascabilitascabilipaperback
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.