A- A+
Libri & Editori
Editoria: omicidio o suicidio?

di Editor Insider
(l'autrice lavora da anni nelle case editrici, mondo che racconta dall'interno con la garanzia dell'anonimato)

È inarrestabile il crollo delle vendite dell'informazione su carta.  L'ultimo rapporto dell'Agcom presentato alla Camera ha registrato nel 2013 un calo del 7% di fatturato dei quotidiani rispetto all'anno precedente, e i quotidiani navigano in acque ben peggiori con un calo del 17%. Il 2013 è stato un anno nero anche per la pubblicità, con un calo complessivo dei ricavi del 10,9% rispetto al 2012 (periodici -24,1% e quotidiani -13,2%). E la prima parte del 2014 dimostra che il trend negativo non farà che peggiorare.

Le conseguenze di questa spirale negativa iniziano a manifestarsi, abbiamo assistito recentemente alla pesantissima crisi che ha investito L'Unità, una delle testate più antiche del nostro Paese, fondata da Antonio Gramsci nel 1924. La società editrice, la NIE (Nuova Iniziativa Editoriale) è andata in liquidazione. Anche per l'Europa la sorte non sembra  più rosea, il CDA ha infatti stabilito che, se entro il 30 settembre "non interverranno fatti nuovi", il giornale diretto da Stefano Menichini cesserà le pubblicazioni. Questi preoccupanti campanelli d'allarme stanno facendo tremare tutte le redazioni, tanto che si sta pensando ad ogni possibile soluzione per invertire questa inesorabile tendenza.

Ha cercato di dare un segnale il Governo, come ricorda il sottosegretario all'Editoria Luca Lotti, istituendo un Fondo straordinario per l'editoria da 120 milioni di euro per il triennio 2014-2016 che, ha assicurato lo stesso Lotti, "servirà in primo luogo a creare nuova occupazione". "Perché la crisi del settore - ha spiegato - si combatte anche favorendo l'ingresso di nuova forza lavoro, magari proprio di quei giornalisti che fino ad oggi non hanno avuto l'opportunità di una stabilizzazione". Tra le norme è previsto che per ogni tre prepensionamenti scatti un'assunzione a tempo indeterminato e sgravi fiscali fino al 100% per le nuove assunzioni a tempo indeterminato e del 50% per quelle a tempo determinato; oltre ad altre agevolazioni. Tutto sta nel vedere come saranno applicate.
Nel frattempo gli editori però stanno già ricorrendo ai ripari privatamente. È di questi giorni la notizia della fusione tra due testate storiche come La Stampa di Torino e Il Secolo XIX di Genova. Entrambe le redazioni non navigavano in buone acque quindi si spera che questa operazione condotta da John Elkann e Carlo Perrone possa essere la risposta alla crisi.
Una strategia azzardata è invece l'aumento di prezzo dei quotidiani che non farà che allontanare ulteriormente i lettori favorendo la migrazione dei lettori verso l'informazione on line gratuita. Dal 4 agosto il prezzo di Repubblica e Gazzetta dello Sport sale a 1,40 euro, la Stampa e il Secolo XIX addirittura 1,50 euro dall'11 agosto. Un aumento quindi di 10 centesimi per Repubblica e Gazzetta, addirittura di 20 centesimi per la Stampa e il Secolo XIX.
In controtendenza sul mercato è invece Il sole 24 Ore, unica testata italiana ad aumentare le copie, sia in edicola sia sull'edizione digitale. Nei primi sei mesi del 2014, infatti, Il Sole è cresciuto del 25% in diffusioni e del 4,1% in ricavi, con una crescita addirittura della diffusione in edicola del 16%, una vera mosca bianca. Il giornale, inoltre, mantiene la posizione di primo quotidiano digitale con oltre 184 mila copie nel mese di maggio. Questi dati positivi non possono che spiegarsi col fatto che Il Sole 24 Ore è l'azienda editoriale italiana che sta avanzando più velocemente verso il passaggio al digitale, processo che permette di tagliare i costi e raggiunge più capillarmente i lettori.
Anche Laura Boldrini, presentando la relazione annuale 2014 AGCOM ha sottolineato che "Il progresso tecnologico è fondamentale per il nostro Paese … Bisogna puntare ad una alfabetizzazione che coinvolga tutte le fasce sociali". E ancora una volta ha riconfermato "il ruolo fondamentale della scuola" nell'obiettivo comune per tutti di "essere cittadini digitali o la cittadinanza risulterà fittizia".

 

Tags:
editor
Loading...
in vetrina
Milenkovic, Inter sorpassa il Milan (con una cessione d'oro). Calciomercato

Milenkovic, Inter sorpassa il Milan (con una cessione d'oro). Calciomercato

i più visti
in evidenza
Flavia Vento torna nella casa Clamoroso, con lei entrano pure...

GRANDE FRATELLO VIP 5 NEWS. GREGORACI FUORI DI SENO. FOTO

Flavia Vento torna nella casa
Clamoroso, con lei entrano pure...


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Renault lancia Clio E-Tech Hybrid, la democratizzazione dell’ibrido

Renault lancia Clio E-Tech Hybrid, la democratizzazione dell’ibrido


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.