A- A+
Libri & Editori
Il libro del M5S: "Ecco quale Europa vogliamo". La prefazione di Grillo&Casaleggio

SU AFFARI ITALIANI LA PREFAZIONE
(pubblicata per gentile concessione di Chiarelettere)

di Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo

Il MoVimento 5 Stelle è qui per restare. Molti speravano che fosse un fenomeno passeggero, di protesta, un fatto effimero, un vento che passa e va. I confronti con formazioni politiche del passato come l’Uomo qualunque, che sparì dopo un breve periodo, erano rassicuranti. Grillo urla, Casaleggio è un guru, anzi un pazzo: pronunciano solo esagerazioni che scompariranno come la bruma al mattino. Non è andata così nonostante la più imponente campagna diffamatoria nella storia d’Italia, una campagna iniziata dopo le elezioni politiche del 2013 vinte dal M5S, un fatto ignorato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, pur di impedirci di partecipare al governo, si è fatto rieleggere tra gli applausi scroscianti di Silvio Berlusconi. Lo stesso che oggi, da pregiudicato, continua a essere ricevuto con frequenza al Quirinale. Siamo ancora qui, «ma non dovevamo rivederci più?». Non sono riusciti a cambiare il futuro, né a cambiare noi. Le elezioni europee, comunque vadano, le abbiamo vinte, apriremo Bruxelles come una scatola di biscotti, tra lobbisti e banchieri, la scatola di tonno l’abbiamo già aperta in parlamento mostrandone le vergogne, gli inciuci e l’immondo mercimonio attuato da Pd e Forza Italia. Ora hanno cambiato strategia. Non siamo più degli incapaci, dei principianti, dei cani in chiesa, ma siamo pericolosi e settari, reincarnazioni di Hitler, Stalin e Pol Pot. Attenti al grillino che mangia il bambino! Qualcuno ci crede ancora? La campagna elettorale per le europee del 2014 è stata trasformata in una vendita promozionale. Chi offre di più? I partiti che si sono mangiati il paese possono offrire solo i resti dell’abbuffata. Renzie 80 euro, già riscossi con nuove tasse come la Tasi e la revoca dell’assegno dei familiari a carico, e Berlusconi una dentiera (la sua). Achille Lauro, che regalava un paio di scarpe, una prima e una dopo il voto, a confronto di questi imbonitori da strapazzo capaci di umiliare persino il voto di scambio, era un lord, un galantuomo. Il M5S non si sostituirà ai partiti, li spazzerà via. La nuova parola d’ordine non sarà più crescita, ma sviluppo. Il paese ha un disperato bisogno di entrare nel nuovo millennio, ma è ancorato al passato. La rivoluzione digitale non ha neppure sfiorato l’Italia, trasformata in un cimitero di cemento dalle cooperative rosse e bianche, le vere banche dei partiti. Il M5S è qui per restare, per costruire una nuova Italia in cui la parola «comunità» diventi imprescindibile, come un mantra quotidiano, insieme alla parola «onestà». Il politico deve rispondere al popolo e servirlo. Se sbaglia, se ruba, se si dimentica del suo ruolo, va cacciato senza indugi. Sulle macerie non si può costruire nulla. Il M5S sarà il caterpillar dei disonesti, dei corrotti, dei mafiosi. Non faremo sconti. Dalla partitocrazia il paese può fare un grande salto e approdare alla democrazia diretta dove il cittadino è sovrano. Onestà, Trasparenza, Competenza. La civiltà occidentale è nata qui e da qui può rinascere una nuova concezione della politica e della società. Vinciamo noi, insieme, tutti insieme. La vita è breve e il tempo non può essere sprecato a mangiare ghiande nel fango, come ci hanno fatto credere. Oltre e sopra, il cielo è sempre più blu!

Chiarelettere
 
Tags:
m5smovimento 5 stellebeppe grillogianroberto casaleggiochiarelettere
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Renault svela la R5 Prototype

Renault svela la R5 Prototype


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.