A- A+
Libri & Editori
Milanesiana 2014, il tema è la "Fortuna". Ecco gli ospiti

Presentato il programma della quindicesima edizione de La Milanesiana – Letteratura Musica Cinema Scienza Arte Filosofia e Teatro che prenderà il via lunedì 23 giugno, sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio di Expo Milano 2015.

Dedicata quest’anno alla Fortuna, ha in programma oltre 40 appuntamenti, più di 160 ospiti internazionali e 32 sono i paesi coinvolti. Il cartellone sarà composto da 6 mostre, 7 appuntamenti teatrali (di cui 2 prime), 19 concerti e 10 proiezioni. La Milanesiana sarà come sempre contraddistinta da una forte vocazione internazionale, da una ricca proposta artistica che spazia tra diversi saperi e da una ancora maggiore diffusione nella città e non solo.

Grande importanza avrà l'arte figurativa, con ben 6 mostre tra Milano e Torino, di cui una eccezionale alla Pinacoteca di Brera; e assoluta centralità della creazione e della committenza con spettacoli in gran parte commissionati dalla Milanesiana e qui presentati per la prima volta. La Milanesiana 2014 consolida inoltre il rapporto con Torino e il Circolo dei Lettori, con tre appuntamenti tra Letteratura e Musica e una mostra.

In scena, artisti pluripremiati, fra cui 1 Premio Nobel per la Letteratura, 1 Premio Nobel per l’Economia, 1 Premio Pulitzer per la Letteratura, 1 Man BookerPrize, 2 Premi Principe delle Asturie, 1 National Book CriticsCircle Award, 1 Premio Médicis, 1 Premio PEN Faulkner, 4 Premi Strega, 2 Premi Campiello, 1 Leone d’oro, 1 Palma d’oro, 1 Orso d’argento, 1 David di Donatello, 1 Nastro d’argento, 2 Premi Eleonora Duse, 2 Premi Tenco.

Accanto agli storici luoghi della città che da sempre la ospitano, La Milanesiana entrerà in molti spazi inediti: Palazzo Edison, Palazzo Corio-Casati della Banca Popolare di Milano, la Pinacoteca di Brera, il Piccolo Teatro Paolo Grassi, l’Università IULM, il Politecnico, lo SpazioTeatroNo’hma e la Cavallerizza del FAI.

“La Milanesiana ed Elisabetta Sgarbi puntano quest’anno il proprio occhio indagatore – attento, interessato, vivace – sul Destino e la Fortuna. Non è un caso, verrebbe da dire: ogni volta, infatti, da ormai 15 anni, la grande capacità della Milanesiana è quella di declinare gli elementi più fondanti e intimi dell’uomo associandoli alla cultura. Sin dai tempi di una delle più grandi opere della classicità – l’Odissea – il destino ha assunto una centralità dialettica, filosofica, esistenziale. La Milanesiana consolida così la sua presenza nel panorama culturale italiano ed europeo, ponendosi – sin da ora – come elemento potenzialmente centrale di Expo 2015. Gli occhi del mondo saranno puntati su Milano e l'Italia, non potremo non rammentare al mondo che l'Italia è una Nazione culturale, nata e forgiata grazie alla cultura”, hanno dichiarato il Presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà e il Vice Presidente e Assessore alla Cultura, Novo Umberto Maerna.

“La Milanesiana compie quindici anni, diventando un’esperienza culturale ancora più policentrica e diffusa sul territorio, in linea con la tendenza ‘pervasiva’ del cartellone di eventi di Expo in Città. Per il secondo anno consecutivo infatti La Milanesiana sceglie Palazzo Reale, che si conferma quindi uno dei luoghi simbolo della vita artistica della città, ma coinvolge anche la Biblioteca comunale Valvassori e altri luoghi in diverse zone in cui si svolge la variegata vita culturale di Milano: dal Piccolo Teatro Grassi alla sala Auditorium dell’Università IULM, dallo storico Palazzo della Edison in Foro Bonaparte allo Spazio Teatro No’hma, fino alle sale della Pinacoteca di Brera”, ha dichiarato l'Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno.

“La Fondazione Corriere della Sera è costantemente impegnata nella promozione delle iniziative culturali capaci di arricchire di pensiero e di valori la vita della città e del paese. Anche quest’anno la Fondazione rinnova il suo impegno a fianco della Milanesiana, appuntamento fondamentale per il mondo della cultura. Ospiteremo numerosi incontri, proiezioni e performance del palinsesto 2014 nella nostra Sala Buzzati, che sempre più si conferma come luogo di riferimento per gli eventi culturali di Milano”, commenta il presidente, Piergaetano Marchetti. “Condividere la realizzazione di un evento culturale così importante e atteso dalla città come La Milanesiana è, per I Pomeriggi Musicali, motivo di grande soddisfazione e d’incoraggiamento a investire con fiducia nel futuro” ha affermato Massimo Collarini, Presidente della Fondazione I Pomeriggi Musicali/Teatro Dal Verme.

"La Milanesiana 2014, giunta alla quindicesima edizione, mantiene la sua innata curiosità, il proprio desiderio di conoscere e di allargare i propri interessi, certa che la curiosità e il desiderio di conoscere sono contagiosi e, anzi, sono il principio attivo della nostra vita”, afferma Elisabetta Sgarbi, direttore artistico e ideatrice della Milanesiana. La Milanesiana 2014 è composta da tre sezioni, a cui si aggiungono gli eventi di Torino, quest’anno ancora più numerosi.

La prima sezione (dal 23 al 26 giugno) è costituita dalle tradizionali Serate al Teatro Dal Verme. Aprirà il Festival Dario Franceschini, Ministro dei Beni culturali. In scena Jonathan Lethem ed Edoardo Nesi. Con loro l’amatissima voce di Gino Paoli per l’occasione insieme a Danilo Rea. Fra gli ospiti delle serate successive: il Premio Strega 2003 Melania Mazzucco e il Premio Pulitzer 1999 Michael Cunningham, il Premio Nobel per la letteratura 2000 Gao Xingjian, oltre a Ute Lemper, l’Ensemble Berlin e il pianista RaminBahrami. Alle serate sono associati i tradizionali Aperitivi con l’Autore che si tengono presso la Sala Buzzati. In contemporanea al Circolo dei Lettori di Torino, a partire dal 25 giugno, oltre all’inaugurazione della mostra su Luigi Serafini si svolgeranno tre serate dedicate al tema Il destino dei libri, con ospiti, tra gli altri, Ivan Cotroneo, Tricarico, David Lodge, Howard Jacobson e Roberto Cacciapaglia. La seconda sezione del Festival (dal 27 giugno al 2 luglio)ripropone la formula di Orariocontinuato, nata nella XIII edizione de La Milanesiana per esprimere l’inesauribilità di una proposta culturale che attraversa e occupa tutta la giornata. Le prime tre giornate, all’interno del ciclo Il respiro della Musica sono dedicate la mattina a Leragioni del canto, a cura di Paolo Terni, il cui programma riscuote ormai da anni una straordinaria accoglienza del pubblico. Anche quest’anno la sede sarà Palazzo Reale, nella Sala Otto Colonne. Le serate invece si spostano nella sede inedita dell’Università IULM e si aprono, come già negli anni scorsi, alla Filosofia. Fra gli ospiti: il Premio Nobel per l’economia 2005 Robert Aumann, il filosofo Giovanni Reale, il sociologo francese Michel Maffesoli, l’antichista Eva Cantarella, dalla cui riscrittura dei testi di Euripide e Seneca è nato lo spettacolo Fedra - Diritto all’amore, interpretato da Galatea Ranzi, Premio Eleonora Duse.

La seconda parte di Orariocontinuato (dal 30 giugno al 1° luglio) è invece dedicata al Viaggio - Viaggioin Italia, Europa, Mondo e Viaggio nella parola e nell’arte. Negli appuntamenti diurni sarà protagonista il Viaggio in Italia: si percorreranno la Liguria e il Piemonte e anche Milano. Il viaggio sarà affidato alle voci, tra gli altri, di Sabrina Colle, Antonio Ricci, Piero Chiambretti, Philippe Daverio e Aldo Grasso. Negli appuntamenti serali sarà invece protagonista il Viaggio in Europa e nel Mondo. Verrà inoltre assegnato, il 30 giugno, il Premio letterario “Fernanda Pivano”. Gli appuntamenti pomeridiani saranno invece dedicati al Viaggio nella Parola e nell’Arte. In questo contesto avremo l’inaugurazione della mostra Cena per due, pittura della realtà, da un’idea di Vittorio Sgarbi. Grazie alla collaborazione della Pinacoteca di Brera, dal primo luglio, per due mesi, l’opera La cena (col suo disegno preparatorio)di Antonio Lopez Garcia sarà esposta nella sala che ospita la Cena in Emmaus del Caravaggio, in un inedito e sorprendente dialogo iconografico, su un tema che evoca e rimanda a quello della prossima Expo 2015.

Il 2 e 3 luglio, una due giorni inedita dal titolo L’energia della città che prevede alle 16.30 due visite ai luoghi simbolo dell’energia a Milano, a cura di Edison, che si concluderanno alle 18 a Palazzo Edison, con due appuntamenti dedicati all’energia della musica: una speciale lezione con ascolto a cura di Paolo Terni, seguita da un concerto di Andrés Locatelli, solista al flauto diritto, e un concerto di Francesco Corti, solista al clavicembalo.

Infine, l’ultima sezione, La Rosa monografica, dal 4 al 10 luglio. Si comincia con il cinema di Edgar Reitz, regista e sceneggiatore tedesco, noto per la trilogia epica di Heimat, della durata totale di cinquantaquattro ore, di cui la Milanesiana proporrà il quarto “capitolo”, presentato quest’anno al Festival di Venezia. Si continua il 5 luglio con il cinema di Tinto Brass, un Tinto Brass quasi inedito, quello più sperimentale degli anni ’60. Si prosegue quindi il 6 luglio con un’anteprima: lo spettacolo teatrale di Tony Laudadio Luiz torna a casa, da un testo di Maurizio de Giovanni, con Tony Laudadio e le musiche di Ferruccio Spinetti allo Spazio Teatro No’hma, luogo in cui La Milanesiana arriva per la prima volta. Il 7 luglio, invece, Mario Monti dialogherà di temi economici e del futuro delle città con Vittorio Gregotti al Politecnico di Milano, seguito da un concerto di Michele Campanella e Monica Leone. La serata dell’8 luglio vedrà invece in scena, al Teatro Franco Parenti, Sergio Rubini protagonista dello spettacolo Finalmente Truffaut, di Mario Sesti e Valerio Cappelli, un’altra anteprima assoluta per Milanesiana.

Il 9 luglio due incontri: alle 18, in un appuntamento curato da Luigi Orlotti e dal Fai – Fondo Ambiente Italiano, si parlerà di WikiPhilo, una filosofia dell'ambiente. Si parlerà del futuro della filosofia e di come è legato alle nuove tecnologie. La sera, invece, in Sala Buzzati sul palco, fra gli altri, Michela Cescon nello spettacolo Goodpeople di Roberto Andò, tratto dal testo del Premio Pulitzer David Lindsay-Abaire.

Continuano anche gli Aperitivi in città nelle giornate del 4, 5 e 7 luglio. Gli aperitivi saranno rispettivamente dedicati alla fortuna dell’umorismo, con una lettura scenica di Tony Laudadio presso la biblioteca Valvassori Peroni, alla fortuna del Made in Italy, con Oscar Farinetti tra gli altri, e alla fortuna degli esordienti con i finalisti di Masterpiece in Sala Buzzati insieme ad Andrea De Carlo e Giancarlo De Cataldo.

A chiudere La Milanesiana 2014 sarà la lunga notte dedicata ai 25 anni di Blob, con una proiezione a cura di Enrico Ghezzi e una lettura concerto con Marco Morgan Castoldi. Questa non è la sola ricorrenza che La Milanesiana ha la fortuna di incrociare e valorizzare nel suo fitto programma: verranno ricordati anche i 50 anni dell'inaugurazione della linea 1 della Metropolitana di Milanocon una mostra in Sala Buzzati, in collaborazione con Metropolitana Milanese, e i 40 anni del best-seller Paura di Volare, con il ritorno al La Milanesiana di Erika Jong, già Premio Pivano nel 2009.

Tags:
milanesiana 2014milanesianaelisabetta sgarbi
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.