A- A+
Libri & Editori

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

Le prime voci sulla candidatura al Premio Strega 2014 di Francesco Piccolo, autore de “Il desiderio di essere come tutti” (Einaudi) hanno iniziato a circolare circa un anno fa (Affaritaliani.it ne ha scritto per primo). E quando, a fine ottobre scorso, al termine di un’intervista, abbiamo chiesto allo stesso Piccolo se gli farebbe piacere se due Amici della Domenica decidessero di candidare il suo ultimo libro,  l’autore di “Momenti di trascurabile felicità” (e sceneggiatore dei film di Nanni Moretti) ha risposto che lo Strega lo ha sempre divertito, aggiungendo: “In passato ci sono già stato volentieri anche da candidato (con “Allegro Occidentale”, ndr). Il mio atteggiamento, quindi, non è per nulla snobistico...". Piccolo ha poi precisato: “Lo Strega non è un premio alla carriera, ma un premio al libro...”.

In attesa che la candidatura de “Il desiderio di essere come tutti”, data ormai per scontata dagli addetti ai lavori, venga ufficializzata nelle prossime settimane, e nonostante manchino ancora diversi mesi alla premiazione, in programma il primo giovedì di luglio, anche le altre case editrici preparano le loro mosse.  Non a caso, stando a quanto possiamo riferire, in casa Feltrinelli cresce la possibilità che venga candidato Michele Serra, autore del “romanzo” breve “Gli sdraiati”, uno dei casi editoriali degli ultimi mesi. Non a caso, il direttore editoriale Gianluca Foglia, che abbiamo intervistato a fine novembre, in quell’occasione non ha confermato ma neppure smentito una candidatura di Serra al premio letterario più discusso. Per ora siamo nel campo delle ipotesi, ma allo Strega quest’anno potrebbero dunque sfidarsi Piccolo e Serra, uniti non solo dall'area politica di riferimento, ma anche dalla collaborazione - in veste di autori - ai programmi di Fabio Fazio... Ad oggi, la sfida delle copie vendute se l’è nettamente aggiudicata l’ex direttore di Cuore...

Non è ancora chiaro se – al di là della probabile presenza di Piccolo, candidato Einaudi - correrà al premio un altro marchio del gruppo Mondadori; a questo proposito da qualche mese è nato un gruppo Facebook che sostiene la candidatura di “Un giorno altrove”, tardivo romanzo d’esordio (uscito in sordina in autunno per il marchio di Segrate) di Federico Roncoroni, autore di numerosi testi sulla lingua italiana e su autori dell'Ottocento e del Novecento. Gian Paolo Serino, promotore del gruppo, in una recensione apparsa su Libero ha addirittura definito "Un giorno, altrove" "il miglior libro italiano degli ultimi anni". Staremo a vedere se ora due Amici decideranno di candidarlo… E staremo a vedere anche se altri marchi del primo gruppo librario italiano decideranno di essere protagonisti allo Strega 2014 (l’anno scorso toccò, un po’ a sorpresa, a Piemme, con Perissinotto) anche se, al momento, si tratta di un’ipotesi assai remota…

E veniamo al gruppo Rcs Libri, dove invece una decisione non sarebbe stata ancora presa. Alla Rizzoli sono reduci dalla vittoria di Walter Siti nel luglio scorso, e nel 2014 dovrebbero lasciare spazio alla Bompiani. La casa editrice guidata da Elisabetta Sgarbi, reduce da un 2013 molto positivo, avrebbe diverse carte da giocare...

Nel frattempo, sempre secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, in casa Marsilio starebbero valutando la candidatura di “Viaggiatori di nuvole” di Giuseppe Lupo, autore già protagonista in passato al Campiello. Lo scrittore lucano, che vive in Lombardia dove insegna letteratura italiana contemporanea presso l'Università Cattolica di Milano e di Brescia, ha scritto il suo romanzo più epico e favoloso.

Quanto al gruppo GeMS, potrebbe decidere di puntare su "La vita in tempo di pace"  di Francesco Pecoraro (pubblicato a ottobre da Ponte alle Grazie). L’autore, romano, classe ’45, in passato ha firmato racconti e poesie ed è stimato da molti critici. Il suo ambizioso libro (512 pagine) viene definito “torrenziale, divagante e avvincente”. Ma all’interno del gruppo Mauri Spagnol circolano anche un paio di nomi che riguardano la Garzanti. Come per Rcs Libri, anche in questo caso una decisione definitiva non è ancora stata presa.

Quasi sicuramente ci sarà la Giunti, in cinquina l’anno scorso con Simona Sparaco. Staremo a vedere chi sarà il candidato, scelto all’interno della nuova collana Italiana.

E veniamo al “caso Gipi”. Poche settimane fa, infatti, il produttore (ed editore) Domenico Procacci ha annunciato l'intenzione di candidare “unastoria” (Coconino Press-Fandango), che ha segnato l’atteso ritorno al fumetto dell’autore più popolare e amato della narrativa disegnata italiana. Va ricordato che mai, finora, un graphic novel è stato proposto per il premio. Ma da regolamento sarebbe possibile? Affaritaliani.it a dicembre lo ha chiesto a Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci: "Se due Amici della domenica vorranno candidare 'unastoria', spetterà al Comitato direttivo decidere circa l’ammissibilità dell’opera. Quanto al regolamento..." (qui tutti i dettagli e la sua risposta completa, ndr).

Dovrebbe partecipare al premio Strega 2014 anche L’Asino d’Oro, con “Il portiere e lo straniero”di Emanuele Santi, che intreccia la storia del calcio e quella dell’Algeria (ancora colonia francese) con gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza di Camus.

Restiamo nell’ambito dell’editoria indipendente romana: Nutrimenti, a quanto ci  risulta, ha due opzioni in chiave Strega: il debutto di Claudio Grattacaso, insegnante classe '62,  che con "La linea di fondo" è stato segnalato all’ultima edizione del Premio Calvino, e il ritorno (a marzo 2014) di Giovanni Greco, con "L’ultima madre", in cui una donna scava nel passato della sua famiglia e di un intero paese, l’Argentina. Con il suo romanzo d’esordio, "Malacrianza", Greco ha vinto il Calvino ed è stato finalista sia Strega sia al Viareggio.

Starebbe puntando alla candidatura allo Strega anche la Nottetempo, con Elisa Ruotolo, già autrice della raccolta di racconti “Ho rubato la pioggia” (2010), che a marzo tornerà in libreria con il romanzo “Ovunque, proteggici”, che scava lungo l’arco di un secolo, il '900: il libro è infatti la storia di una famiglia e delle sue vergogne.

E’ probabile che nelle prossime settimane diverse altre case editrici indipendenti (soprattutto romane) si faranno avanti con il loro candidato. In tempi difficilissimi per il mercato librario, del resto, la visibilità garantita dal premio letterario italiano più conteso non può essere sottovalutata. Quel che è certo, è che la corsa allo Strega ha preso il via.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
premio strega 2014premio stregamichele serrafrancesco piccolofeltrinellieinaudimondadoribompianircs librigipigems
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.