A- A+
Libri & Editori
Premio Strega, confermata la sfida Piccolo-Scurati. Ma…

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

Chissà se a luglio, al Ninfeo di Villa Giulia, nella notte romana della finalissima del premio Strega 2014, arriverà anche il regista premio Oscar Paolo Sorrentino, per ritrovare quella variegata fauna mondana che lo ha ispirato per la Grande Bellezza. Di sicuro, al Ninfeo ci saranno i due sfidanti principali di quest’edizione del premio letterario italiano più ambito e discusso: il favorito Francesco Piccolo (“Il desiderio di essere come tutti", Einaudi) e Antonio Scurati (“Il Padre infedele”, Bompiani). Come abbiamo infatti anticipato lo scorso 11 febbraio da Affaritaliani.it, quest’anno nel gruppo Rcs Libri (reduce dalla vittoria del luglio scorso con Walter Siti, pubblicato da Rizzoli), sarà la Bompiani. Due le opzioni che avevamo indicato: il suggestivo ritorno di Scurati allo Strega dopo le polemiche per il secondo posto del 2009, e l’eventuale candidatura di Aurelio Picca, che il 12 marzo tornerà in libreria con “Un giorno di gioia”. Stamattina, su Repubblica, Elisabetta Sgarbi ha annunciato: “Sarà una sfida molto difficile, ma ritengo che il romanzo di Antonio abbia la forza per competere con Piccolo”. Staremo a vedere... Sembra pensarla diversamente Picca, che ha declinato: “Troppi pettegolezzi, non mi va di prendere parte a un’edizione con un vincitore annunciato”.

Ovviamente la Fondazione Bellonci si augura che l’esito della sfida non sia scontato. Dopo l’edizione 2013, segnata dalla presenza del super-favorito Siti, quest’anno tutti sperano in una lotta all’ultimo voto. E immaginiamo che lo stesso Scurati, che per un solo voto perse la sfida con Tiziano Scarpa, dal canto suo vorrebbe che stavolta le cose andassero diversamente…

In ogni caso, a sfidare Piccolo, come abbiamo scritto nelle scorse settimane, non ci sarà solo Scurati. Sempre nel gruppo Rcs Libri è confermata la candidatura (già anticipata da Affaritaliani.it) di Giuseppe Lupo, autore di “Viaggiatori di nuvole” (Marsilio). Feltrinelli schiera Giuseppe Catozzella, editor della casa editrice milanese, che in "Non dirmi che hai paura" ha raccontato la tragica storia di Samia Yusuf Omar, l’atleta somala morta tentando di arrivare in Italia a bordo di un barcone... Il gruppo GeMS dovrebbe esserci con “La vita in tempo di pace" (Ponte alle Grazie), esordio tardivo di Francesco Pecoraro molto apprezzato dalla critica. Anche quest’anno ci sarà la Giunti, con l’esordiente Marco Magini (finalista al premio Calvino 2013, con menzione speciale da parte della giuria), e autore di "Come fossi solo", ambizioso romanzo dedicato alla strage di Srebrenica. E se Newton Compton questa volta non dovrebbe essere della partita, sono poche le speranze di candidatura (da parte di due Amici della domenica) per Federico Roncoroni: ricordiamo che nei mesi scorsi è nato su Facebook un gruppo (promosso dal critico letterario Serino) che vorrebbe allo Strega il suo “Un giorno altrove” (Mondadori). A proposito di Mondadori, a Segrate, a quanto ci risulta, stanno valutando se partecipare con un proprio candidato nonostante la presenza di Piccolo, pubblicato da Einaudi… La concorrenza interna tra marchi dello stesso gruppo editoriale, infatti, è stata sdoganata ormai da tempo.

Veniamo al caso di "Publisher", "bio-fiction umoristica" che Alice Di Stefano, editor della Fazi al debutto nel romanzo, ha dedicato a suo marito Elido. L’editore, in una recente intervista confessa ad Affaritaliani.it in occasione del ventennale della sua Fazi, ha annunciato: “Mi  piacerebbe candidare ‘Publisher’ allo Strega, addirittura presentandolo io, visto che sono uno degli Amici della Domenica. Alice, dispiaciuta per il pregiudizio che ha accompagnato l’uscita del libro, ha delle giuste perplessità. Siamo stati accusati di tutto: familismo all’italiana della peggior specie, anche da parte di importanti quotidiani – la moglie dell’editore che pubblica un libro con la casa editrice del marito in cui il marito è protagonista -  mancanza di meritocrazia, e poi sulla rete Alice ha ricevuto diversi attacchi, soprattutto da parte di aspiranti scrittori a cui aveva bocciato il manoscritto. Quasi tutti quelli che se la sono presa con il libro lo hanno criticato senza nemmeno leggerlo. In verità il libro di Alice è un romanzo comico-umoristico-letterario di grande originalità. Non ho letto tanti altri libri divertenti e ben scritti come il suo nel 2013”. Quanto a un eventuale conflitto d’interesse che si verrebbe a creare, Fazi ha ribattuto: "Quale conflitto di interesse? Il conflitto di interesse, così come è inteso oggi in Italia, è quello di Berlusconi e di tanti giornalisti e editori di cui naturalmente non faccio nomi. Qui non c'è nessun danno per nessuno e nessun conflitto”. Alla fine, pare proprio che Alice Di Stefano abbia messo da parte le perplessità. Anche lei ora sogna la cinquina…

Continuiamo a parlare delle scelte degli editori indipendenti: nelle scorse settimane abbiamo anticipato che ci sarà Gaffi, con "Nella casa di vetro" di Giuseppe Munforte, presentato dagli Amici della Domenica Arnaldo Colasanti e Massimo Raffaeli. E ci sarà anche Emanuele Tonon, autore per 66thand2nd del memoir "I circuiti celesti", dedicato a Marco Simoncelli. In precedenza Tonon aveva colpito la critica con "Il Nemico" e "La luce prima", entrambi pubblicati da Isbn edizioni. Come avevamo scritto in precedenza, è quasi certa la presenze de L’Asino d’Oro, con “Il portiere e lo straniero” di Emanuele Santi, e di Nottetempo con Elisa Ruotolo, che sta tornando in libreria con il romanzo “Ovunque, proteggici”. Nutrimenti sarà presente con  il debutto di Claudio Grattacaso ("La linea di fondo") o, in alternativa, con il ritorno di Giovanni Greco (in uscita la prossima settimana con "L’ultima madre"), autori entrambi scoperti dal premio Calvino. Si parla di Strega anche in casa Giulio Perrone Editore: il prescelto dovrebbe essere Alessio Dimartino, che esordì nel 2012 con "Il professore non torna a cena" e che ora pubblica "C'è posto tra gli indiani". In attesa della decisione del Comitato direttivo "circa l’ammissibilità dell’opera", resta in campo l'annunciata candidatura di “unastoria” (Coconino Press-Fandango), graphic novel di Gipi. Attraverso Facebook e Twitter, Fulvio Abbate si è provocatoriamente auto-candidato allo Strega. Il 20 novembre scorso Baldini & Castoldi ha pubblicato il suo nuovo romanzo, "Intanto anche dicembre è passato". Affaritaliani.it ha già scritto dell’intenzione di e/o di puntare su Roberto Riccardi, autore di “Venga pure la fine”, pubblicato nella collana Sabot/age, diretta da Colomba Rossi e a cura di Massimo Carlotto. Anche Avagliano sogna lo Strega con "Oltre il vasto oceano. Memoria parziale di Bambina" di Beatrice Monroy, che racconta la grande epopea di una famiglia aristocratica. E infine, si vocifera di un’eventuale candidatura dello scrittore ed editore (Il Foglio Letterario) Gordiano Lupi, in uscita con "Calcio e acciaio - Dimenticare Piombino" (Acar Edizioni).

A breve, tra l’altro, la Fondazione Bellonci comunicherà le novità in arrivo tra i 400 giurati… Ed è confermata la novità di quest'edizione: un vero e proprio "premio Strega parallelo", scelto non dagli Amici ma da un gruppo di studenti provenienti da tutta Italia tra i 12 candidati semi-finalisti. Al vincitore andrà anche un premio in denaro (la cifra non è stata ancora definita)...

Iscriviti alla newsletter
Tags:
premio stregapremio strega 2014francesco piccoloantonio scuratieinaudibompianigemsmondadorifeltrinelli
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.