A- A+
Libri & Editori
FulvioErvas

 

L'ARCHIVIO

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

 

FulvioErvas

LA TRAMA - Onde azzurre dell'Adriatico, calamari fritti e birra rossa; l'ispettore Stucky ha desiderio di distanza. In sella alla sua Morini, ricama la costa croata, negli occhi isole di sughero, cocci di terre frantumate. Lungo la strada un guizzo, occhiali nerissimi, perla all'orecchio: ah, le donne. Certe donne. Lei si chiama Ajda e lo scorta in un campeggio naturista; se ne va con la promessa di tornare. Senza costume, è più facile abbandonarsi ai racconti che si scambiano i corpi, seguire i balzi sulla sabbia di Argo, il cane salsiccio, l'animale più fiducioso che ci sia. Contemplando paradisi di curve senza silicone, Stucky aspetta il ritorno della bella. Sarebbe tutto perfetto, ma non dura: anche il sole di Croazia ha la sua ombra. Un delitto irrompe nel suo sogno di vacanza. La corda appesa alla trave delle docce è incrostata di sabbia, di salsedine. Sa di mare aperto, vele al vento, scorribande notturne. Ante Latinski, il commissario incaricato delle indagini, ha scritta sulla faccia la malinconia di Vukovar. Non lo vuole tra i piedi, questo poliziotto italiano. Il morto è un Boscolo, però, e aveva la parlata di Chioggia. Com'è finito a farsi impiccare sul lato b dell'Adriatico? Stucky non ce la fa, a tirarsi indietro. Ispettore clandestino in terra straniera, rivolta cameriere, nudiste triestine, motoscafi troppo veloci. Senza distintivo, è più facile tuffarsi anima e corpo in questa storia di pesca abusiva, documenti che scottano, arrembaggi, tradimenti. Partito col miraggio di una spiaggia, Stucky si troverà a mollare ogni ormeggio, e attraversare il mare.

L'AUTORE  - Fulvio Ervas ha scritto dieci romanzi: sei hanno come protagonista l'ispettore Stucky, mezzo persiano e mezzo veneziano (Commesse di Treviso, Pinguini arrosto, Buffalo Bill a Venezia, Finché c'è prosecco c'è speranza, L'amore è idrosolubile, Si fa presto a dire Adriatico); gli altri sono La lotteria parla di balene, Follia docente dell'amata scuola e Succulente della perdita.
Se ti abbraccio non aver paura, che racconta il viaggio in moto per le Americhe di un padre con il figlio autistico, ha vinto il Premio Anima e il Premio Viadana giovani, è stato proclamato Libro dell'anno 2012 dagli ascoltatori di Fahrenheit Rai Radio3, è stato tradotto in otto lingue e ha dominato a lungo le classifiche dei libri più venduti.

LEGGI SU AFFARITALIANI.IT UN ESTRATTO
(per gentile concessione di Marcos y Marcos)

5 AGOSTO, LUNEDÌ MATTINA


Antimama, se ci fosse ancora Tito ci invierebbe al confino all’isola Calva! Stucky non riusciva a tenere a bada Argo, che abbaiava in perfetto stile futurista.
C’era una piccola folla radunata attorno ai bagni, quelli di nuova costruzione davanti alla spiaggia.
«Argo, è successo qualche pasticcio» disse Stucky.
Alcuni poliziotti croati stavano entrando e uscendo dall’edificio dipinto di bianco, copertura in legno, una fila di docce esterne su un piazzale accuratamente cementato.
Troppa agitazione, pensò Stucky.
Tra i capannelli si mormorava che ci fosse un impiccato dentro i locali e qualcuno affermava che fosse un cameriere.
«Chiuderanno mica il campeggio? Ci rispediranno a casa? Al lavoro?»
«Suicidio?» cercava d’informarsi un signore.
Certo, venne in mente a Stucky, la vita del cameriere è agra, gli stipendi sono modesti, ma da qui a suicidarsi ce ne corre.
Tra i turisti italiani qualcuno aveva cominciato a dire che il morto fosse quel bell’omone che lavorava al ristorante.
«Al ristorante in pineta o quello vicino al mare?» chiese Stucky a un torinese.
«Quello sul mare».
Antimama! Sul mare? L’aveva ben notato. Il tizio con l’accento strano, con la parlata che solo i chioggiotti posseggono.
«Ne è sicuro?»
«Certo».
«Perché l’ha visto?»
«Me l’ha riferito un tizio che non è qui, ma sembrava sicuro del fatto suo».
«Ma lei ha idea di che cosa possa essere accaduto?»
«Per me l’hanno appeso e tirato per i piedi come un pollo!»
«Addirittura! Qualche marito geloso?»
«No, con la gelosia si va di piombo. È droga».
«La solita droga?»
«Naturale. Da queste coste passa di tutto. Armi, droga e donne».
«Quindi, a parer suo, il morto non può aver vinto la selezione olimpica di suicidio con lancio della corda in doppio avvitamento. L’hanno tirato per i piedi...»
«Matematico!»

(continua in libreria)
 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fulvio ervasstuckymarcos y marcosse ti abbraccio non aver paurasi fa presto a dire adriatico
in evidenza
Ambra, lacrime in diretta "Ci si allontana da chi..."

Dopo la rottura con Allegri

Ambra, lacrime in diretta
"Ci si allontana da chi..."

i più visti
in vetrina
E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche

E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace

Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.