A- A+
Malattie rare
Nasce l’alleanza italiana malattie rare, la presentazione martedì 4 luglio

Nasce l’alleanza italiana malattie rare: istituzioni e tecnici insieme per fare sistema al servizio dei pazienti.

Martedì 4 luglio 2017, ore 10 
Sala Stampa Camera dei Deputati – Via della Missione 4. Roma

Il numero di malattie rare conosciute e diagnosticate oscilla tra le 7.000 e le 8.000, ma è una cifra che cresce con l’avanzare della scienza e, in particolare, con i progressi della ricerca genetica. Stiamo dunque parlando non di pochi malati ma di milioni di persone in Italia e addirittura decine di milioni in tutta Europa. Secondo la rete Orphanet Italia nel nostro paese i malati rari sono 2milioni e il 70 per cento sono bambini in età pediatrica. I temi della sostenibilità del servizio sanitario, i progressi della ricerca e i bisogni insoddisfatti dei pazienti sono al centro dei lavori dell’Intergruppo Parlamentare Malattie Rare, presieduto dall’On. Binetti che oggi presenta le attività per il 2017: il primo passo è la sigla un patto d’intesa con l’Osservatorio Farmaci Orfani e l’apertura di un tavolo di confronto con le associazioni pazienti.


INTERVENGONO


On. Paola Binetti, presidente Intergruppo Parlamentare Malattie Rare
“L’Intergruppo, tra attività storiche e nuove prospettive di lavoro. Il futuro è nel fare sistema”

Sen. Laura Bianconi, membro Intergruppo Parlamentare Malattie Rare 
“Malattie Rare e Farmaci Orfani, l’importanza di un’azione congiunta. Perché partire da un’intesa con OSSFOR e dal tavolo di confronto con i pazienti”

Gianna Puppo Fornaro, presidente della Lega Italiana Fibrosi Cistica 
“Associazioni di pazienti, l’esperienza come motore del cambiamento”

Francesco Macchia, coordinatore Osservatorio Farmaci Orfani
“Osservatorio Farmaci Orfani: la sfida di un “pensatoio” al servizio dei pazienti ‘rari’”

Federico Spandonaro, presidente C.R.E.A. Sanità
“Presentazione dei 1° Quaderno OSSFOR: partire dai dati ed informazioni certe per costruire politiche efficaci ed efficienti.”

Ilaria Ciancaleoni Bartoli, direttore di Osservatorio Malattie Rare
“Dal bisogno alla pratica, perché i pazienti hanno bisogno delle istituzioni. Perché è come aderire ai tavoli di lavoro dell’alleanza”

 

Informazioni tecniche

L’accesso è consentito solo tramite registrazione. L'ingresso alla sala - con abbigliamento consono e, per gli uomini, obbligo di giacca e cravatta - è consentito fino al raggiungimento della capienza massima. I giornalisti devono accreditarsi secondo le modalità consuete inviando una mail a ufficiostampa@osservatoriomalattierare.it con indicato tessera ODG, luogo e data di nascita, elenco attrezzatura (camera e/o videocamera)

UFFICIO STAMPA A CURA DI OSSERVATORIO MALATTIE RARE
Stefania Collet - ufficiostampa@osservatoriomalattierare.it - Mob: 3495737747
Paola Perrotta – paola.perrotta@osservatoriomalattierare.it - Mob. 380.4648501

Iscriviti alla newsletter
Tags:
malattie rare.
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.