Transgenico/ Il manifesto pro Ogm firmato da scienziati, politici e uomini di cultura

Venerdì, 7 settembre 2007 - 17:25:00

Ecco il testo del manifesto pro Ogm promosso  da numerse personalità del mondo scientifico, politico e della cultura. Il documento risale al 2004, all'epoca del governo Berlusconi. I firmatari chiedevano al premier di contrastare le misure anti transgenico del ministro Alemanno. "Esprimiamo l’auspicio che l’iniziativa dell’On. Alemanno venga arginata- si legge nell'appello- e che anche in Italia la libertà d’iniziativa e la libera ricerca scientifica siano rispettate e tutelate"

Il testo

Il ministro per le Politiche agricole e forestali, On. Gianni Alemanno, ha assunto la guida di un movimento d’opinione ostile all’introduzione sul territorio italiano degli organismi geneticamente modificati (OGM).
Questa campagna è culminata nella proposta di un decreto legge che vorrebbe impedire la semina di OGM e che consentirebbe solo alcune attività di ricerca, peraltro destinate alla sola tracciabilità e valutazione e non allo sviluppo di nuovi OGM di interesse anche nazionale.
Noi sottoscrittori di questo appello ci rivolgiamo al Presidente del Consiglio, On. Silvio Berlusconi, affinché si opponga - come ha già fatto in passato - a questo provvedimento.
Riteniamo, infatti, che si tratti di una proposta antiscientifica, illiberale e nociva per l’economia italiana.

L’avversione nei riguardi degli OGM non ha base scientifica: non v’è prova alcuna che i prodotti finora commercializzati in molte parti del mondo e da molti anni anche in Italia (si pensi, ad esempio, alla soia o al mais) siano pericolosi per la salute umana o per l’ambiente.
La stessa Chiesa Cattolica ha riconosciuto, con un documento della Pontificia Accademia delle Scienze, le opportunità offerte dagli OGM in termini di miglioramento della condizione umana, nel mondo occidentale e ancor più nei Paesi in via di sviluppo.

Il bando degli OGM è illiberale, sia verso i produttori che verso i consumatori, che verrebbero privati della possibilità di scelta messa a disposizione dal progresso tecnologico.
Gli agricoltori che volessero investire nel biotech per aumentare la propria competitività sui mercati globali, con il decreto Alemanno si vedrebbero condannati a restare ben lontani dai sistemi agricoli più avanzati che da anni si avvalgono delle conquiste dell’ingegneria genetica.

Riteniamo, infine, che separare, come fa il ministro Alemanno, le attività di ricerca e sperimentazione da quelle di semina e commercializzazione sia un grave errore.
La ricerca scientifica ha un valore in sé e contemporaneamente aiuta l’uomo a vivere meglio.
Avrebbe poco senso affrontare l’impresa scientifica relativa agli OGM se poi non venisse concessa la possibilità di applicarne i risultati.

Per tutte queste ragioni noi, scienziati, intellettuali, accademici, giornalisti e cittadini di questo Paese esprimiamo l’auspicio che l’iniziativa dell’On. Alemanno venga arginata e che anche in Italia la libertà d’iniziativa e la libera ricerca scientifica siano rispettate e tutelate.

Hanno sottoscritto la lettera:
Dario Antiseri (docente di Metodologia delle scienze sociali all'Università LUISS, Roma); Franco Battaglia (Università di Roma 3); Sergio Belardinelli (docente di Sociologia dei processi culturali all'Università di Bologna); Edoardo Boncinelli (direttore del laboratorio di Biologia Molecolare dello Sviluppo
all’Ospedale San Raffaele di Milano), Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati); Anna Bono (sociologa all'Università di Torino); Luciano Caglioti (Docente di chimica organica all'Università “La Sapienza”, Roma); Rino Cammilleri (giornalista e scrittore); Cinzia Caporale (docente di Bioetica all'Università di Pisa e membro del Comitato Nazionale di Bioetica); Alessandro Cecchi Paone (giornalista, Mediaset); Franco Chiarenza (giornalista Rai); Enrico Colombatto (Direttore del Centre for economic research e docente all'Università di Torino); Gilberto Corbellini (Professore straordinario di storia della medicina all'Università “La Sapienza”, Roma); Paolo Costantino (dipartimento di genetica e biologica molecolare, Università "La Sapienza", Roma); Raimondo Cubeddu (ordinario di filosofia politica all'Università di Pisa, ); Arturo Diaconale (direttore, L'Opinione); Sergio Dompé (imprenditore con la Dompè Biotec spa, presidente di Assobiotec); Renato Farina (Vicedirettore, Libero); Rodolfo Federico (Docente di fisiologia vegetale all'Università di Roma 3); Giuliano Ferrara (direttore, Il Foglio); Roberto Festa (docente di Fisica all'Università di Trieste); Giorgio Fidenato (ex presidente della Cia di Pordenone, responsabile di Futuragra, associazione di agricoltori friulani); Angelo Fiori (vicepresidente, Comitato Nazionale di Bioetica); Gianni Fochi (chimico alla Scuola Normale Superiore, Pisa); Corrado Fogher (professore di genetica all'Università Cattolica, Piacenza); Stefania Fuscagni (docente di storia greca all'Università di Firenze, ex parlamentare di Forza Italia): Cesare Galli (direttore del Laboratorio di tecnologie della riproduzione del Consorzio per l'incremento zootecnico di Cremona, papà della cavalla "Prometea", Università di Parma); Antonio Gaspari (giornalista pubblicista, autore del libro "Profeti di sventura? No, grazie - manifesto per un'ecologia scientifica e ottimista"); Oscar Giannino (vicedirettore, Il Riformista); Giordano Bruno Guerri (direttore, L’Indipendente); Roberto Habel (Società Italiana di Fisica e LNF, Istituto nazionale di fisica nucleare); Lorenzo Infantino (Professore straordinario di Metodologia delle Scienze Sociali all'Università LUISS, Roma); Carlo Jean (generale,docente di Studi strategici presso la Facoltà di Scienze Politiche della Luiss,  presidente del Centro Studi di Geopolitica Economica. ); Carlo Lottieri (docente di filosofia del diritto all'Università di Siena); Armando Massarenti (giornalista, Il Sole 24 Ore); Bruno Mezzetti (docente di coltivazioni arboreePolitecnico delle Marche); Alberto Mingardi (visiting fellow del Centre for the New Europe di Bruxelles,  dirige il dipartimento "Globalizzazione e concorrenza" dell'Istituto Bruno Leoni), Piero Morandini (Ricercatore di Biologia dell'Università di Milano); Giovanni Orsina (direttore scientifico, Fondazione Luigi Einaudi, ); Giovanni Vittorio Pallottino (ordinario di Elettronica all'Università "La Sapienza", Roma); Fabio Pammolli (docente di Economia e gestione delle imprese I all'università di Firenze, Fondazione CERM); Ernesto Pedrocchi (professore di energia al Politecnico di Milano, autore del saggio "Un ritorno al nucleare? Bello e impossibile"); Carlo Pelanda (docente di Politica ed economia internazionale all'University of Georgia, dell'Associazione del Buongoverno); Angelo Maria Petroni (Direttore della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, consigliere di amministrazione RAI, Università di Bologna); Mario Pezzotti (docente di genetica agraria all'Università di Verona); Alberto Piazza (istituto di genetica dell'Università di Torino, Comitato Nazionale di Bioetica); Giorgio Poli (Università di Milano, ); Tullio Regge (Politecnico di Torino ); Renato Angelo Ricci (presidente dell'Associazione Italiana Nucleare, presidente onorario, Società Italiana di Fisica, Galileo2001); Francesco Sala (Università di Milano); Antonio Socci (giornalista ); Angelo Spena (insegna fisiologia vegetale all'Università di Verona); Carlo Stagnaro ( giornalista autore del saggio "Ecologismo surreale: la delirante invenzione dei diritti animali"); Roberta Tatafiore (giornalista); Umberto Tirelli (Istituto Nazionale Tumori, Aviano); Giorgio Troi (Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione); Roberto Tuberosa (Professore associato di Genetica della produzione sementiera all'Università di Bologna); Umberto Veronesi (direttore, Istituto Europeo di Oncologia); Riccardo Viale (professore straordinario di Metodologia delle scienze sociali, Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione); Paolo Zanetto (21 anni, studente di Economia finanziaria all'Università Bocconi di Milano, Vice Coordinatore nazionale dei giovani azzurri, Globalia Online).

Politici:
Renato Brunetta (europarlamentare, FI); Guglielmo Castagnetti (senatore, responsabile del dipartimento ricerca scientifica, FI); Luigi Compagna (senatore, UDC); Domenico Contestabile (senatore, FI); Franco Debenedetti (senatore, DS); Antonio Del Pennino (senatore, PRI); Paolo Guzzanti (senatore, FI); Lino Jannuzzi (senatore, FI); Enrico Morando (senatore, DS); Francesco Nucara (sottosegretario Ministero dell'Ambiente, e segretario nazionale, PRI); Italico Santoro (vicesegretario nazionale, PRI); Giorgio Tonini (senatore, DS); Lanfranco Turci (senatore, DS).

Hanno sottoscritto la lettera:
Nello Bagni (Università di Bologna); Nicola Barbieri; Michele Bianchi (Università "La Sapienza", Roma); Giuliano Bruni; Tiziano Buzzacchera (studente); Milvio Capovani (Università di Pisa); Armando Dreon; Davide Ederle (Università di Milano); Federico Ferragni; Maria Claudia Ferragni (Istituto Bruno Leoni); Michele Fiorini (avvocato); Baldassarre Fronte (Università di Pisa); Alessandra Gentile (Università di Catania); Andrea Gilli (studente); Lorenzo Imbasciati (imprenditore); Roberto Krauter; Marco Massignan (Counter-Revolution.it); Tommaso Morlando (Centro Studi Officina Volturno); Gian Paolo Murtas (Università di Napoli Federico II e LNF dell'INFN); Giovanni Murtas (John Innes Centre); Renato Nannini (studente); Emilio Palazzi (Ingegnere); Nicola Perilli (Università di Pisa); Roberto Porcù (presidente, LIFE Veneto); Carlo Rosati (Enea); Eleonora Sirsi (Università di Pisa); Alessandro Storti (amministratore immobiliare); Massimo Svanera (studente); Maria Teresa Valente; Angelo Viotti (CNR); Giuseppe Zocco (studente); Stefano Zorzi (impiegato); Paola Zucchi (Università di Bologna).

 

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA
In Vetrina