A- A+
Marche

 

ospedale

Ha il volto tumefatto, per via delle botte.  Maria Elisa Castellucci, 57 anni, un figlio, non sembra più lei a causa dei lividi. Due banditi incappucciati, l’hanno percossa a sangue, subito, e in maniera quasi gratuita. Sono poi riusciti a rubarle 3mila euro di incasso del suo impianto a metano di Fossombrone. La donna è ancora in pericolo di vita. Sarà necessario l'intervento di un chirurgo plastico-facciale da Ancona per capire se e come sarà necessario intervenire. La benzianaia è riuscita a raccontare le fasi più terribili dell’aggressione.

Sono le 20 e 15. Lei sta chiudendo il distributore di metano. Si vede arrivare addosso un uomo con un cappuccio. Poi i cazzotti e i pugni. Davanti alla cabina c’è un bastone di plastica e un sasso. L'hanno picchiata anche con quello.

I malviventi conoscono bene quel distributore, sanno che è un luogo di accesso ed uscita dalla cittadina e lo tengono attenzionato. Oggi è chiuso. Negli anni scorsi lì era capitato qualche furtarello, ma "pochi spiccioli", racconta Manuel. Quella violenza e quella cattiveria, da queste parti, nessuno le aveva mai viste.

Tags:
benzinaiapicchiataderubata

i più visti

casa, immobiliare
motori
Auto Europa 2022, Qashqai è la vettura più votata dalla Giuria Popolare.

Auto Europa 2022, Qashqai è la vettura più votata dalla Giuria Popolare.


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.