A- A+
Marketing
Ferrarelle compie 10 anni e ha "sete di futuro"

Carlo Pontecorvo, presidente e AD, Giuseppe Cerbone, Direttore Generale per le Attività Industriali, Antonio Carstulovich, Direttore Generale per le Attività Commerciali e Marketing, e Michele Pontecorvo, Responsabile Comunicazione e CSR, hanno presentato i risultati del 2014 e le strategie aziendali per il 2015.

L’azienda ha chiuso il 2014 con 800 milioni di litri imbottigliati e con il bilancio in positivo, registrando un fatturato netto di circa 115 milioni di Euro e soprattutto un Ebitda di 13 milioni, dato in crescita rispetto ai 9,2 milioni dell’esercizio precedente.

E il 2015 è iniziato all’insegna di importanti novità messe in campo dall’azienda per affrontare un mercato, quale quello delle acque minerali, sempre più competitivo:
- un’innovativa iniziativa industriale, per un investimento complessivo di 34,1 milioni di Euro, di cui Ferrarelle SpA sarà pioniera in questo ambito: la costruzione di un impianto di produzione di preforme in PET riciclato, ottenute cioè, così come consentito dalle recenti normative europee in materia di imbottigliamento, dal riciclo di bottiglie provenienti dalla raccolta differenziata effettuata dal Conai, ma anche direttamente dai Comuni o da privati raccoglitori;

- una nuova riorganizzazione aziendale che porta a capo della Direzione Generale per le Attività Commerciali e Marketing l’Ing. Antonio Carstulovich, forte di un solido background di esperienze precedenti in posizioni analoghe in grandi multinazionali del settore alimentare;

- il lancio di una nuova acqua minerale, Fonte Essenziale, prodotto rivoluzionario che si colloca tra le cosiddette acque funzionali, che agisce beneficamente sul fegato e sull’intestino, facilitando il transito intestinale;

- la realizzazione, per il marchio Ferrarelle, di un piano di comunicazione ad hoc sulla città di Milano, per comunicare ai milioni di visitatori attesi per Expo tutte le eccezionali proprietà e i valori di questo brand, vera icona del Made in Italy;

- un “esperimento social” messo in atto dal nuovo video di Vitasnella, realizzato con la complessa tecnologia del video mapping, che è risultato il più visualizzato della rete tra i brand italiani.

Ferrarelle SpA è un’azienda orgogliosamente controcorrente rispetto all’imperante tendenza di passaggio in mani straniere di brand o gruppi del Made in Italy: nel 2005 LGR Holding SpA acquista dalla multinazionale Danone la società Italaquae sostituendone il nome con quello attuale, che identifica l’intera azienda con la storica acqua minerale effervescente naturale per eccellenza.

 

 

 

“L’acquisizione dell’azienda è avvenuta in maniera molto veloce, potrei dire quasi impulsiva” afferma Carlo Pontecorvo, “ma sicuramente determinata dalla fiducia nel valore dei suoi marchi ed in particolar modo di Ferrarelle, effervescente naturale storica e fortemente legata anche al nostro territorio di origine familiare, e con la quale decidemmo poi di far coincidere il nome dell’azienda. La ristrutturazione ha richiesto un grosso impegno, con tanti sacrifici da parte di tutti. Abbiamo realizzato una radicale ristrutturazione di tutti gli impianti industriali della filiera di imbottigliamento, a fronte di cospicui investimenti, per raggiungere il più alto livello di standard qualitativi d’eccellenza” continua Carlo Pontecorvo, “e con questo stesso obiettivo di premiumness abbiamo lavorato anche nell’ambito della qualità, della sicurezza, della sostenibilità ambientale. 
I nostri valori sono stati traslati anche nella costruzione della rete di partnership, fra le quali spiccano Fondazione Telethon, il Fondo Ambiente Italiano e Teatro alla Scala, per citare alcuni partner ormai storici. Oggi Ferrarelle SpA gestisce, amministra e protegge un patrimonio naturale italiano carico di tradizioni e biodiversità e le nostre acque minerali rappresentano il veicolo di valorizzazione di una cultura d’impresa alimentare italiana nel mondo”.

 

Il più importante impegno economico-industriale del nuovo anno è rappresentato dal progetto R-PET, un investimento complessivo di 34,1 milioni di euro di cui 25,5 concessi tra contributo in conto impianti e finanziamento agevolato da Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, con la quale è stato siglato un accordo lo scorso gennaio. Ferrarelle SpA realizzerà in Campania un nuovo grande impianto di produzione, attivo a partire dalla primavera 2016, in cui tutte le bottiglie provenienti dalla raccolta differenziata saranno prima selezionate, macinate, lavate e sarà loro conferito un grado alimentare pari a quello della materia prima vergine, per poi dar vita a nuove preforme, lo stato embrionale dei contenitori prima di diventare bottiglie attraverso la soffiatura industriale, che avverrà negli stabilimenti di Riardo e di Boario. 
L’impianto R-PET sarà dotato delle più moderne tecnologie industriali in materia di riduzione del consumo energetico. Grazie a questo investimento, si doterà inoltre lo stabilimento di Riardo di un sistema di automatizzazione della logistica e di una nuova linea di imbottigliamento PET. “Promuovendo la cultura del riciclo e della raccolta differenziata, questo progetto è un nuovo tassello che Ferrarelle SpA aggiunge con orgoglio al proprio piano di sostenibilità ambientale, avviato in modo molto concreto nel 2009 con l’installazione di un grande impianto fotovoltaico”, sostiene Giuseppe Cerbone, Direttore Generale per le Attività Industriali. 

“Nel nuovo impianto di produzione saranno inoltre impiegati circa quaranta nuovi addetti, e l’azienda è particolarmente orgogliosa di poter offrire al suo territorio d’origine una nuova, importante, opportunità di sviluppo”.

Dal punto di vista commerciale e marketing, l’ingresso in azienda all’inizio del 2015 di Antonio Carstulovich, a capo della Direzione Generale afferente questi due ambiti, porta i suoi primi frutti, infondendo positività e incoraggiamento: le vendite a volume totale azienda per il primo trimestre registrano un +7,6 % rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, pari a 0,3 punti quota1. “Sono entrato in azienda da poco, ma devo dire che abbiamo già realizzato tante attività e impostato diversi progetti” sostiene Carstulovich, 
“In particolare puntiamo su un consistente sviluppo dei nostri marchi principali, Ferrarelle e Vitasnella, e di quelli regionali come Boario, Natia e Santagata, ognuno nella propria rispettiva area di forza. Essendo orientati alla creazione di valore, cosa non facile nel mercato delle acque minerali, stiamo lanciando in questi giorni un’innovazione importantissima che si chiama Fonte Essenziale, un’acqua termale che favorisce il ripristino dei naturali processi fisiologici che avvengono nelle vie digestive e contribuisce a regolarizzare le normali funzionalità di fegato e intestino. Infine, abbiamo l'ambizione di crescere in entrambi i canali in cui competiamo, sia Retail che AFH, e tanta fiducia riponiamo anche nelle esportazioni di Ferrarelle, essendo l’effervescente naturale un prodotto unico, distintivo e tipicamente italiano”.

Quanto ai due marchi principali, Ferrarelle e Vitasnella, per entrambi sono stati ideati dei piani di comunicazione che, oltre attraverso la campagna tv tradizionale, declinano su altri mezzi e con nuove creatività i loro key messages.

Ferrarelle sarà on air con un nuovo film a partire dal prossimo 3 maggio, mentre in occasione di Expo 2015 ha avviato da gennaio un piano di comunicazione su Milano che le consente di essere presente nei principali punti di accesso alla città, Stazioni Ferroviarie Garibaldi e Cadorna, e nelle aree del cosiddetto Fuori Expo, su pensiline mezzi pubblici, metropolitane, autobus, tram Darsena e Sirietto. Per questo piano la creatività è stata sviluppata da Havas Worldwide. Acqua Vitasnella invece torna in comunicazione per il secondo anno consecutivo con il film Zip, affiancandolo sul web e sui social al video The Perfect Woman, realizzato dalla stessa agenzia creativa Saatchi&Saatchi, che è ormai diventato a tutti gli effetti virale. 

Anche la nuova Fonte Essenziale è sostenuta a partire dal 19 aprile da una campagna di comunicazione crossmediale. Per Michele Pontecorvo “Il punto di forza dei nostri marchi è essere capofila nel loro segmento: Ferrarelle ha fondato l’intera categoria, prima effervescente naturale ad essersi imposta sul mercato, nel lontano 1893, mentre Vitasnella, con il suo end benefit di eliminare i liquidi in eccesso, ha dato il via al filone delle acque funzionali, lo stesso che abbiamo deciso di cavalcare con Fonte Essenziale che, dopo aver incontrato un notevole favore di pubblico durante la fase di test dello scorso anno in Lombardia, sarà distribuita sull’intero territorio nazionale.”

Tags:
ferrarelle-acquaminerale-sorgente

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.