A- A+
Marketing
Il museo Perugina racconta la storia del Marketing

E' il secondo Museo aziendale più visitato in Italia, dopo la Ferrari di Maranello, ma molto più dolce.

A disposizione del visitatore, innanzitutto un percorso sulla storia del cacao, dalla coltivazione alla lavorazione, dall'antichità ai giorni nostri e i particolari di quando la bevanda degli dei divenne prodotto di consumo di massa.

Ma la caratteristica più interessante, il percorso più originale è quello nella storia del marketing e della comunicazione attraverso la vita di Giovanni Buitoni e Luisa Spagnoli che precorsero in tutti i campi i settori della strategia del prodotto e della "Promozione".

Già alla fine degli anni venti e continuativamente dopo, la Perugina possedeva gli "skills"  di una moderna organizzazione aziendale, dai testimonial , alle sponsorizzazioni, dal packaging ideato da designer e artisti, fino alla prima convention dei venditori che, datata 21 dicembre 1929,  anticipava di 50 anni le celebri "Conventin di Montecarlo".

Le teche del Museo sono ricche di documenti, fotografie e testimonianze di questa fantasia e capacità di diffondere il brand (il primo negozio Perugina sulla Fifth Avenue di New York fu aperto nel 1939) anche inaugurando il Franchising.

 

 

A partire dallo scorso anno, un percorso a tappe con immagini evocative alle pareti accompagna il visitatore nel viaggio dentro il cuore di un’Azienda che, con un’esperienza di più di 100 anni, ha saputo anticipare, cogliere e interpretare la più generale evoluzione socio-economica italiana. 
Al Museo è possibile non solo conoscere la storia di Perugina, ma anche approfondire le proprie conoscenze sul mondo del cioccolato. Al suo interno, infatti, è possibile ammirare un’intera parete di cabosse (frutto dell’albero del cacao), una parete di semi e la riproduzione degli strumenti con cui gli Aztechi lavoravano il cacao. 

Sono 4 le sezioni tematiche che compongono il Museo:
1. Dal cacao al cioccolato: scoperta, storia, leggenda di quel cibo degli Dei arrivato in Europa intorno al 1520, per scoprirne segreti e moderni processi di lavorazione.
2. Una storia d’Azienda: la storia istituzionale di Perugina, dal Laboratorio artigianale del 1907 alla moderna fisionomia aziendale.
3. Prodotti e reti di vendita: l’evoluzione commerciale di Perugina.
4. la Comunicazione: ovvero la pubblicità, dalle prime inserzioni ai moderni spot.

All’interno del Museo ci sono alcune postazioni video attraverso le quali è possibile vedere filmati di repertorio (filmati produttivi anni Trenta e Cinquanta); filmati pubblicitari (la réclame italiana dagli anni Cinquanta ad oggi), filmati tecnici che ripropongono le varie fasi di lavorazione delle linee produttive più suggestive, come quella dei Baci Perugina, e filmati legati a speciali eventi quali il Centenario e Il BaciOne, il cioccolatino più grande del mondo.

Il Museo, ai suoi oltre 65.000 visitatori annui, offre un servizio di visite guidate, su prenotazione, di percorsi differenziati per target, con filmati dedicati ai più piccoli e in differenti lingue per venire incontro al vasto numero di visitatori stranieri. 

 

Perugina nasce nel 1907, dall’idea di quattro soci fondatori che creano un laboratorio artigianale per la produzione di confetti, con sede nel centro di Perugia. Dopo pochi anni, l’abilità imprenditoriale e la creatività dei fondatori, rendono necessari nuovi e più ampi spazi: nel 1913 il laboratorio artigianale cede il passo allo stabilimento di Fontivegge e nel 1963 inizia la produzione nell’attuale fabbrica di San Sisto.
Dalla sua nascita, Perugina inizia a proporre prodotti che diventeranno dei veri e propri cult dell’arte pasticcera. Al mitico Bacio, nato nel 1922 dall’ingegno di una donna che ha reso celebre Perugina, Luisa Spagnoli, si affianca, nel 1926, la “signora” delle specialità Perugina, Rossana, la caramella dall’inconfondibile farcitura, che deve il suo nome alla dama seicentesca amata da Cyrano de Bergerac. Accanto a questi, la cioccolata fondente Luisa (dal nome della Spagnoli), la pasticceria Ore Liete, i cioccolatini Tre Re, le Banane e il Carrarmato.

Innovazione e gusto sono le parole chiave della tradizione Perugina. Proprio per percorrere la strada dell’innovazione, Perugina presenta nel 2005 Nero Perugina, la nuova linea dedicata al piacere del puro cioccolato fondente, che soddisfa appieno l’esperienza del gusto e il desiderio di sentire l’intensità del sapore.
Dal Nero del cioccolato fondente al Rosso intenso della ciliegia, ecco che nel 2006 nascono i Baci in Rosso. La forma classica del Bacio racchiude un cuore di ciliegia in una morbida crema al liquore.

Il mondo Perugina dà il benvenuto nel 2009 a Latte Perugina, una tavoletta dedicata all’esplorazione dei morbidi piaceri del cioccolato al latte, esaltandone la morbidezza e le particolari linee delle tavolette, studiate per seguire la forma del palato.

Perugina non smette di rinnovarsi e di proporre prodotti originali e di tendenza. Il 2011 vede nascere una rivoluzione nel mondo del cioccolatino cult per eccellenza: il Bacio. Arriva infatti Bacio Perugina Bianco, che stupisce tutti i fan del cioccolatino con il cartiglio. La forma è quella inconfondibile del Bacio, ma sotto l’involucro blu tempestato di stelle si svela la novità: un cioccolatino candido, perfetta sintonia tra un finissimo strato di delizioso cioccolato bianco e un cremoso ripieno di gianduia e granella di nocciola, sormontato dalla croccante nocciola intera. 

L’ingresso alla Casa del Cioccolato comprende: la visita al Museo, la visione della Fabbrica durante l’attività produttiva, la degustazione delle delizie Perugina, l’arte cioccolatiera dei Maestri della Scuola del cioccolato e l’accesso all’esclusivo Gift Shop. 
Per informazioni e prenotazioni delle visite alla Casa del Cioccolato e dei corsi, basta chiamare il numero verde 800 800 907, visitare il sito internet www.perugina.it o la pagina ufficiale su Facebook della Scuola.
La Casa del Cioccolato Perugina è aperta tutto l’anno dal lunedì al venerdì; tra ottobre e dicembre e tra marzo e giugno, la Casa è aperta anche il sabato. 
La prenotazione è obbligatoria sia per i corsi alla Scuola sia per le visite della Casa. Inoltre, le visite guidate sono disponibili in lingua inglese e italiana.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
marketing-perugina-perugia-cioccolato
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

i più visti
motori
Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.