A- A+
Marketing
"Quel calciatore ha stuprato: o noi o lui". Aut-aut degli sponsor allo Sheffield

Questa è una storia di sport, cronaca nera e marketing. Ched Evans è un calciatore inglese di 25 anni. Quando ne aveva 23, è stato condannato per aver stuprato una ragazza di 19 anni. Evans, che si è sempre dichiarato innocente, sconta la sua pena. Tornato in libertà e la sua vecchia squadra è pronta a riaccoglierlo. Nonostante tutto. 

E così lo Sheffield United, club che milita nell'equivalente inglese della nostra Lega Pro ma con un passato illustre, apre uno spiraglio. L'11 novembre, Evans torna a indossare la maglia bianca e rossa. Anche se solo in allenamento. Ma a complicare i piani della società, sono scesi in campo gli sponsor. John Holland, il marchio che compare sul petto dei calciatori, e DBL Logistics hanno imposto un aut-aut: cacciare per sempre Evans o rinunciare ai soldi della sponsorship. Un comportamento sul quale ha pesato una opinione pubblica contraria alla riammissione di Evans e una raccolta firme con 160 mila adesioni.  

La John Holland ha fatto sapere di essere un'azienda "fondata sui valori della famiglia" che "non può giustificare in alcun modo la violenza sulle donne". La DBL Logistics ritiene il suo impegno economico "incompatibile con un club che impiega uno stupratore".   

Lo Sheffield, nonostante la protesta di alcuni dirigenti, ha provato a mediare. Afferma di non avere al momento la volontà di riammettere in rosa Evans. Sostiene che gli allenamenti serviranno solo a fargli ritrovare una forma accettabile per poi tornare a giocare. Altrove. Vincerà il potere dello sponsor?

twitter@paolofiore

Tags:
sheffield unitedcalciosponsor
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.