A- A+
MediaTech

Il 2012 e' stato un anno nero per i giornalisti: ne sono stati uccisi 141 in 29 diversi Paesi. Il che si traduce in un aumento del 31% delle vittime rispetto all'anno precedente. E' la cifra fornita da Press Emblem Campaign (Pec), Ong con base a Ginevra impegnata nella tutela dei giornalisti. A causa del conflitto in corso, la Siria e' il luogo piu' a rischio per i reporter: ne sono morti 37, 13 dei quali stranieri. Quattro sono dispersi o detenuti: Anhar Kochneva (Ucraina), Bashar Fahmi (giordano palestinese), il freelance americano Austin Tice e l'americano James Foley. Sono 19 invece i cronisti uccisi in Somalia, 11 in Messico, 11 in Brasile, sette nelle Filippine, 6 in Honduras, 4 in India e altrettanti nel Bangladesh.

Tags:
giornalisti

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.