A- A+
MediaTech
Auditel, ecco il nuovo piano industriale. Ipotesi quotazione in Borsa nel 2018
Andrea Imperiali, Presidente di Auditel

Auditel vara il nuovo piano industriale quinquennale. Cda unanime

 

Auditel ha un nuovo piano industriale di durata quinquennale, varato all'unanimità dal Cda. Tra i punti cardine figura l'estensione della rilevazione ai nuovi device, oltre che il perseguimento della certezza dei numeri nella misurazione della televisione. È stato definito un percorso serrato e pianificato per giungere a completare le fasi di questo processo entro il 2018, auspicabilmente nel primo semestre. Per Auditel si tratta dell'unica risposta possibile per preservare l'industria dalla minaccia che un operatore nativo digitale (es google o Facebook) possa cercare di monopolizzare le metriche di rilevazione dei video (TV) con standard digitali e non verificabili.

 

 

Auditel, nel nuovo piano industriale la ricerca da familiare a individuale

 

 

Contando su standard evoluti, sulla collaborazione di tutta l'industria televisiva, su sistemi di controllo e vigilanza all'avanguardia, sulla massima trasparenza e controllabilità della ricerca, Auditel farà leva su aspetti diametralmente opposti a quelli tipici degli operatori nativi digitali americani, vale a dire nessuna verifica, nessun controllo, nessuna sede, nessuna imposizione fiscale o regolatoria. Per consentire l'estensione ai nuovi device è stato necessario (sempre nel piano strategico) rivoluzionare anche la ricerca di base, al fine di: renderla da familiare a individuale (perché i device sono fruiti individualmente); mappare l'interazione degli individui con l'intero ecosistema dei media (e delle varie dotazioni digitali); ridisegnare le reali strutture familiari della società italiana sulla base di numerose nuove fonti (non solo quella anagrafica, influenzata dalle false residenze e da effetti fiscali) e sopratutto grazie alla collaborazione con ISTAT con cui Auditel sta sviluppando il progetto. 

 

 

Auditel, il nuovo piano industriale guarda alla famiglia allargata

 

 

Da oggi quindi la vera famiglia italiana non è più civile, religiosa o anagrafica ma "allargata (sulla base di fattori economici e affettivi), di fatto (perché a noi interessa solo che condivida lo stesso tetto), televisiva e digitale". Questo cambiamento porterà con se anche altre numerose trasformazioni. La Società ha previsto infatti nei suoi piani di auto-finanziare tutte le iniziative legate al nuovo piano industriale, senza ricorrere quindi al sostegno economico dei Soci, con la finalità anche di accrescere ulteriormente la sua indipendenza dai soci/clienti/rilevati dalla ricerca.

 

 

Auditel, nel nuovo piano industriale l'ipotesi della quotazione in borsa

 

 

Per finanziare il piano Auditel svilupperà in logica commerciale alcuni servizi, come l'elaborazione dei big data relativi ai numerosissimi dati censuari rilevati, l'elaborazione dei dati provenienti dalla ricerca di base, la certificazione digitalizzata delle campagne pubblicitarie, l'utilizzo degli standard più evoluti e moderni dal punto di vista della gestione della data protection aderendo tra le prime a livello europeo al nuovo regolamento della Privacy. Per fare tutto ciò Auditel ricorrerà al credito bancario e non più solo al finanziamento dei soci. Questo proprio per evitare conflitti di interessi e rallentamenti. Nel 2018 si ipotizza anche la quotazione in borsa, nella duplice ottica di reperire risorse per finanziare il piano e di diluire un po’ la presenza degli editori televisivi e di Upa (Utenti pubblicità Associati).

Tags:
auditel piano industrialepiano industriale auditel
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.