A- A+
MediaTech

L'informatico e imprenditore tedesco Kim Dotcom ha lanciato in Nuova Zelanda Mega, il servizio di archiviazione dati online, esattamente un anno dopo il suo arresto perche' accusato di pirateria informatica e frode fiscale dalle autorita' statunitensi.

Dotcom, in liberta' sotto cauzione e in attesa del processo di estradizione in Usa, e' tornato cosi' a sfidare le autorita' e l'industria di Hollywood con un nuovo progetto che offrira' 50 gigabyte di spazio cloud agli utenti del servizio gratuito. Il sito mega.co.nz ha visto la luce domenica, all'alba australiana, nella notte fra sabato e domenica in Italia.

L'ex hacker, che punta a ripetere il successo di Megaupload, che contava 50milioni di visitatori al giorno, ha detto che la risposta iniziale e' stata notevole, nonostante l'accesso reso difficile - ha spiegato - dal traffico vivace: "Una richiesta massiccia, incredibile", ha twittato, "oltre 250mila registrazioni di utenti. La capacita' del server ai massimi. Dovrebbe andare meglio quando l'eccitazione iniziale scemera'".

Tags:
kim dotcommegamegaupload

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.