A- A+
MediaTech
Perseguitati dagli smartphone: mail di lavoro vietate dopo le 18

Mail di lavoro vietate dopo le 18. Lo stop è arrivato in Francia ed è frutto di un accordo tra i sindacati e la Confindustria transalpina. Una firma arrivata dopo sei mesi di discussione e a cui le imprese si erano opposte.

L'accordo consente agli impiegati di non rispondere alle telefonate e alle mail dei propri superiori fuori dall'orario di lavoro. La novità è l'affermazione di un "obbligo di disconnessione dei mezzi di comunicazione a distanza" per garantire il rispetto del minimo di riposo imposto dalla legislazione francese e dalla normativa europea.

L'uso degli smartphone, la reperibilità via internet, le reti wi-fi starebbero aumentando l'orario di lavoro di fatto. I critici sostengono sia solo una dichiarazione di principio, che demanda la scelta ai singoli lavoratori. Ma è comunque la prima volta che aziende e sindacati aprono a una scelta di questa tipo. 

L'accordo sarà valido per un milione di impiegati nei settori della tecnologia e dei servizi legali - inclusi i dipendenti locali di Google e Facebook.

 

INSEPARABILE SMARTPHONE: GUARDA LO STUDIO  

Tags:
maillavorointernet
in evidenza
Camila Giorgi, selfie allo specchio: la minigonna non si vede...

Nuove foto della tennista

Camila Giorgi, selfie allo specchio: la minigonna non si vede...


in vetrina
Müller, premiata agli EDM Awards 2022

Müller, premiata agli EDM Awards 2022


motori
Nuovo Ford Ranger Raptor: il più robusto e potente Ranger di sempre

Nuovo Ford Ranger Raptor: il più robusto e potente Ranger di sempre

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.