A- A+
MediaTech
Perseguitati dagli smartphone: mail di lavoro vietate dopo le 18

Mail di lavoro vietate dopo le 18. Lo stop è arrivato in Francia ed è frutto di un accordo tra i sindacati e la Confindustria transalpina. Una firma arrivata dopo sei mesi di discussione e a cui le imprese si erano opposte.

L'accordo consente agli impiegati di non rispondere alle telefonate e alle mail dei propri superiori fuori dall'orario di lavoro. La novità è l'affermazione di un "obbligo di disconnessione dei mezzi di comunicazione a distanza" per garantire il rispetto del minimo di riposo imposto dalla legislazione francese e dalla normativa europea.

L'uso degli smartphone, la reperibilità via internet, le reti wi-fi starebbero aumentando l'orario di lavoro di fatto. I critici sostengono sia solo una dichiarazione di principio, che demanda la scelta ai singoli lavoratori. Ma è comunque la prima volta che aziende e sindacati aprono a una scelta di questa tipo. 

L'accordo sarà valido per un milione di impiegati nei settori della tecnologia e dei servizi legali - inclusi i dipendenti locali di Google e Facebook.

 

INSEPARABILE SMARTPHONE: GUARDA LO STUDIO  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
maillavorointernet
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Look più sportivo e AMG Line di serie per la nuova Mercedes CLS

Look più sportivo e AMG Line di serie per la nuova Mercedes CLS


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.