A- A+
MediaTech

 

E' ufficiale: Microsoft "ucciderà" il suo Windows Live Messenger il 15 marzo, integrandolo una volta per tutte in Skype. La decisione di chiudere il suo servizio di instant messaging entro il primo trimestre dell'anno era già stata comunicata a novembre, ma ora è stata fissata la scadenza definitiva, dopo la quale WLM resterà operativo solo in Cina.

Ovviamente a determinare questa mossa da parte di Microsoft è stato l'acquisto nel 2011 di Skype per 8,5 miliardi di dollari. L'integrazione con il Messenger è già operativa con l'attuale versione dell'applicazione di comunicazioni online: basta accedere con il proprio nome utente e la password di Windows Live Messenger per ritrovarsi su Skype tutti i propri contatti del servizio di instant messaging della casa di Redmond. Prima che quest'ultimo sia definitivamente disattivato, peraltro, Microsoft dovrà rilasciare l'app Skype per la sua piattaforma Windows Phone, dal momento che, in ambito mobile l'applicazione è disponibile attualmente solo per Android e iPhone.

Da parte sua, il team di Skype fa sapere che "presto" sarà disponibile una preview dell'app per Windows Phone, mentre nulla si sa di una versione per l'Xbox, la console di intrattenimento domestico della stessa Microsoft, che secondo rumors dovrebbe arrivare comunque entro l'anno.

Da sempre uno dei servizi di instant messaging più popolari della rete, Windows Live Messenger (lanciato nel 1998 come Msn Messenger) ha visto erodersi negli ultimi tempi la propria base di utenti, passando dai 300 milioni di tre anni fa agli attuali 100 milioni circa, in conseguenza del crescente successo dei social network e di piattaforme di chat meglio orientate al mondo social e al mobile, come Whatsapp, Google Talk e la stessa Skype.

Tags:
microsoftmessengerskype

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.