A- A+
MediaTech

 

preziosi

"Oggi più che mai è necessaria la creazione di un servizio pubblico radiotelevisivo europeo per costruire una coscienza ed nuova identità comunitaria". Lo propone Antonio Preziosi, direttore di Radio Uno e del Giornale Radio al meeting di Rimini dove presenta il suo libro "Radiocronaca di una crisi", ribadendo la sua idea di servizio pubblico dell'Unione Europea.

"E' una sfida sulla quale lavoro da oltre due anni - dice Preziosi - e che trova ovunque ampi consensi. Occorre adesso che le istituzioni dell'Unione Europea diano seguito ad iniziative concrete: dal primo luglio saremo Presidenti di turno dell'Europa e non lo saremo più per i prossimi 14 anni. E' una straordinaria occasione per l'Italia di rendersi protagonista di una grande iniziativa".

Parlando del ruolo svolto da Radio1 e dal Giornale Radio Rai nella spiegazione della crisi economica agli italiani, Preziosi ha quindi spiegato che "proprio la radio può essere il primo passo del servizio pubblico europeo, esattamente come lo fu per la Rai nel nostro Paese. Una 'radio Europea' con un Giornale Radio europeo in tutte le lingue dell'Unione, questa e' la sfida che oggi le istituzioni sono chiamate ad affrontare e a vincere".

Nel volume "Radiocronaca di una crisi" Preziosi illustra il ruolo di Radio Uno e del Giornale Radio "nel raccontare la crisi agli italiani, offrendo loro gli strumenti più adatti per conoscerla ed affrontarla: perché senza informazione non c'e' consapevolezza. Se ci fosse stata una Radio Europea tutti i cittadini dell'Unione ne avrebbero ottenuto indubbi vantaggi" riflette ancora Preziosi per il quale "più informazione e più Europa" sono la ricetta vincente per affrontare e superare la crisi economica internazionale".

Tags:
preziosi rai
in evidenza
"Manovra? Non solo fisco ed energia, aiuto importante anche alla genitorialità”

Annalisa Chirico debutta su Affari - GUARDA IL VIDEO

"Manovra? Non solo fisco ed energia, aiuto importante anche alla genitorialità”


in vetrina
CED, presentato il Rapporto “Crescere Insieme”

CED, presentato il Rapporto “Crescere Insieme”


motori
Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.