A- A+
MediaTech

 

luke taylorLuke Taylor

Publicis Groupe ha annunciato la fusione tra Digitas e LBi, dando vita così al più grande network mondiale di agenzie digitali, integrate tra loro e con uno specifico focus su marketing digitale e tecnologia. Il nuovo network si chiamerà DigitasLBi e sarà guidato da Luke Taylor, già Chief Executive di LBi e ora nominato Global CEO di DigitasLBi.

DigitasLBi - si legge in una nota - costituirà il network di agenzie digitali più capilarmente presente al mondo, potendo contare sia sulla posizione dominante di Digitas negli Stati Uniti – dove è la prima agenzia digitale per dimensioni – sia sulla consolidata presenza di LBi in Europa, oltre che sulla leadership che entrambe le agenzie vantano rispetto ai mercati asiatici.

Il nuovo gruppo potrà contare sulla collaborazione di 5700 esperti di comunicazione digitale e tecnologia dislocati in 25 paesi e annovererà in portfolio clienti come American Express, Coca–Cola, Delta, eBay, L'Oréal, Johnson & Johnson, Mondelez P & G, Nissan, Sprint e Starbucks. Digitas e LBi condividono inoltre le stesse solide basi per quanto riguarda le competenze digitali, incuse la gestione dati, il direct, social & search marketing e la capacità di delivery multi–platform.

La condivisione di queste competenze consentirà a DigitasLBi di offrire ai propri clienti un'enorme gamma di competenze e discipline digitali tra cui strategy & analytics, performance marketing, service design, e–commerce, brand strategy, content development, mobile, market research, CRM, search & social media.

La nuova tecnologia proprietaria del network comprenderà la Audience Engagement Platform di LBi e CRM365 Intelligence Platform di Digitas, oltre alla pluripremiata BrandLIVE. La combinazione di queste due piattaforme tecnologiche e dei servizi correlati permetterà a DigitasLBi di avere una visione di insieme del cliente e delle sue esigenze, e di distribuire contenuti originali in modo efficiente attraverso bought, owned ed earned media, orientando in maniera sempre più efficace le scelte del marketing e generando un reale valore aggiunto per i brand.

"Gli investitori hanno bisogno di network digitale davvero integrato e globale in grado di anticipare le tendenze e intercettare le innovazioni in un mondo in costante mutamento", commenta Maurice Lévy, Chairman e CEO di Publicis Groupe; "La combinazione di Digitas e LBi rappresenterà la più alta concentrazione al mondo di skill digital e competenze professionali specifiche, in grado di offrire soluzioni a tutti i clienti e in ogni parte del mondo. Sono molto felice del fatto che sarà Luke Taylor a guidare il nuovo network: sono certo che proporrà ai nostri clienti una visione innovativa e dei servizi totalmente differenzianti, cosa che è e sarà sempre il nostro obiettivo imprescindibile. La nascita di DigitasLBi è un momento storico: stiamo dando vita a quello che sarà senza dubbio il network più competitivo e attraente sul mercato, sia per i clienti sia per le persone che vi vorranno lavorare".

Come Global CEO di DigitasLBi, Luke Taylor riporterà direttamente a Bob Lord, CEO della Digital Technology Division di Publicis Groupe. Un team composto dal top management di LBi, Digitas e Publicis Groupe supervisionerà il processo di fusione sotto la guida di Stephan Beringer, CEO di Digitas e Razorfish International, a garanzia di una perfetta integrazione della nuova offerta di servizi e di una qualità della delivery ineccepibile per tutti i clienti in ogni parte del mondo.

"Uno dei punti chiave - dice Bob Lord - che determinerà il maggior impatto strategico dell‘offerta integrata di DigitasLBi sarà la sua scalabilità, la flessibilità rispetto alle differenti tecnologie e la disponibilità di una suite di prodotti in grado di soddisfare le più svariate esigenze, dall’engagement allo sviluppo di contenuti in costante evoluzione, alla gestione delle leve del marketing relazionale in real time. È un’unione davvero entusiasmante perchè avviene tra due brand molto forti e con eccellenze complementari rispetto a prodotti e servizi, e per questo in grado di ridefinire totalmente il ruolo di un'agenzia".

Nel corso del 2012 LBi e Digitas hanno ottenuto congiuntamente oltre 200 riconoscimenti a livello mondiale. In particolare, Digitas lo scorso anno ha vinto due Cannes Lions Grand Prix, mentre LBi si è assicurata il SXSW People's Choice Award. Digitas è stata inoltre recentemente nominata OMMA Agency of the Year 2012, mentre LBi UK è stata eletta Digital Agency of the Year 2012 dalla rivista 'Marketing'.

Accanto agli altri brand digitali di Publicis Groupe, Razorfish e Rosetta, DigitasLBi rafforza le ambizioni del Gruppo in un'area strategica per i clienti e per il futuro della comunicazione: oggi oltre il 35% del fatturato Publicis Groupe deriva infatti dal comparto digitale.

Colin Kinsella continuerà a ricoprire il ruolo di Chief Executive di Digitas North America, mentre Ewen Sturgeon resta Chief Executive di LBi in Europa, Medio Oriente e Asia. La creazione di DigitasLBi non avrà invece ripercussioni su MRY, che resterà un'entità autonoma sotto la guida del suo fondatore e Chief Executive Matt Britton. Con un incremento sensibile dell‘organico e dell‘offerta di servizi, MRY continuerà a operare come un‘agenzia integrata con un centro di gravità social.

Tags:
publicispubblicità
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.