A- A+
MediaTech
Diego della Valle (5)

Dare a Rcs una governance moderna sciogliendo il patto di sindacato, modificare il piano presentato, rivedere alcuni termini dell'aumento di capitale. E' qesta la nuova linea strategica per Rcs chiesta dall'imprenditore Diego Della Valle, "prontissimo a fare la mia parte, come del resto i miei interlocutori sanno". Della Valle in una nota afferma di essere in attesa che "alcuni importanti azionisti mi confermino quello che avevamo in piu' di un'occasione discusso e considerato positivamente". In particolare "dare a Rcs una governance moderna, sciogliendo l'attuale patto di sindacato e sostituendolo con alcuni azionisti pronti a investire e avere quote simili tra di loro".

Della Valle sembra indirizzare il proprio appello a Mediobanca. Dopo aver affermato di non aver motivo di incontrare Elkann, sostiene, a proposito del richiesto cambio di governance: "Se invece quello che mi era stato rappresentato come possibile non risponde piu' alle intenzioni, magari semplicemente perché qualcuno ha comperato un po' di diritti di opzione - con riferimento all'aumento della quota di Fiat - prenderò atto che manca la volonta' di affrontare le criticità che ho a più riprese segnalato e che si intende perseguire un'operazione che non ritengo nell'interesse di Rcs Mediagroup, di chi ci lavora e dei suoi azionisti. Ora - conclude - e' tempo di decidere in modo chiaro e inequivocabile, e per alcuni di noi e' anche tempo di dimostrare se si vuole veramente che questo paese cambi oppure se si vuole che tutto rimanga com'è e com'era".

La svolta dopo il blitz di Fiat continua a sostenere il titolo Rcs, che chiude con un +8,09% a 1,87 euro. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
della vallercscorriere della sera
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.