A- A+
MediaTech

di Paolo Fiore
twitter@paolofiore

Tuffarsi nel mercato immobiliare in un momento di vacche magre come questo pare una follia. Lo hanno fatto quattro neo-laureati. E il tempo sta dando loro ragione. Si chiamano Oscar Bettinazzi, Paolo De Lorenzis, Marco Lardera e Paolo Natoli, architetti uscita dal Politecnico di Milano nel 2011. La loro creatura si chiama immo-neo. Come funziona? Introduce un sistema di compravendita e affitto basato sul rapporto diretto tra privati e senza intermediari, andando a sfruttare le potenzialitá  del web e dei social network. Con foto in alta definizione e planimetrie è possibile visitare l'immobile senza spostarsi dalla propria poltrona.

Di nuovo c'è anche un modello di business "inverso". Se le agenzie tradizionali incassano una percentuale ad affare concluso, immo-neo fa esattamente l'opposto: l'utente sborsa un piccolo investimento iniziale ma alla transazione non si applicherà alcuna provvigione.

Com'è nata questa idea? "Si tratta di una iniziativa nata in Costa Azzurra nel 2011" spiega uno dei fondatori, Paolo De Lorenzis. "Sebastien Vidal, ex agente immobiliare, aveva intuito un necessario rinnovamento del mercato. Noi, appena laureati, volevano intraprendere fin da subito un'attività in proprio".

Ecco allora che, come in ogni storia di startup che si rispetti, l'avventura comincia in casa, a Pavia, dove il padre di uno fondatori mette a disposizione un locale del suo studio tecnico. "Ma il forte richiamo di una grande città con un mercato più dinamico e internazionale non è tardato ad arrivare". Non solo Pavia e non solo internet. I ragazzi di immo-neo hanno deciso di risalire la corrente e sfidare l'Orso (del mercato). Dal web approderanno  a un punto vendita fisico. Sarà inaugurato a Milano il 25 gennaio.

"Abbiamo deciso di giocarci la faccia", afferma De Lorenzis. "Il rapporto con il cliente è fondamentale.  Il negozio diventerà anche uno spazio fisico dove poter incontrare la nostra rete di partner che forniranno servizi accessori riguardanti il mondo della casa: dall'imbianchino al notaio, da personal home-shoppers a avvocati per consulenze legali".

E come la mettiamo con un mercato immobiliare fermo? "È vero, siamo nati in uno dei momenti storicamente piú difficili in Italia dal punto di vista economico ed in un momento di ristagno del mercato immobiliare. Ma è anche colpa di metodi di compravendita e affitto immutati".

I primi risultati di immo-neo sono incoraggianti. Nell'anno 2013 tra Italia e Francia sono stati venduti e affittati oltre 80 immobili. Nei primi 15 giorni del 2014 sono già stati 8.  Numeri che hanno suscitato l'interesse di alcuni operatori che vorrebbero sviluppare l'attivitá in franchising in altre cittá. "A breve, dopo Milano e la recente apertura dei Parigi, apriremo il nostro primo franchising italiano, a Torino".

Due imprese speculari: stessa idea e medesimo mercato. Due Paesi diversi. Immo-neo é anche un caso per capire che differenza c'è tra Italia e Francia per gli sturtupper.

"Burocrazia e tasse non mancano nemmeno in Francia", dice De Lorenzis. "Ma da noi c'è sempre una certa incertezza a livello amministrativo: un sito internet di una p.a. dovrebbe spiegare tutto. E invece no, bisogna recarsi di persona negli uffici anche solo per chiedere informazioni: in Francia questo non succede, gli uffici pubblici sono efficienti. Per non parlare della lentezza di tutti quei programmi di finanziamento per startup che non sono in linea con le tempistiche attuali. Oggi le idee devono trasformarsi in fretta in progetti concreti perché piú si aspetta e piú le possiblitá di avere successo si riducono. Le idee ci sono e i giovani con le capacitá di portare miglioramento ci sono ma vanno supportati"

Tags:
oscar bettinazzipaolo de lorenzismarco larderapaolo natoliimmo-neo
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.