A- A+
MediaTech
I democratici resuscitano l'Unità. Torna in edicola grazie a Veneziani

L'Unità torna in edicola tra qualche mese. L'impresa non è stata facile ma il tesoriere del Pd Francesco Bonifazi e l'editore di minoranza del quotidiano Maurizio Mian hanno trovato i fondi per scongiurare la chiusura definitiva. L'Unità ha 30 milioni di debiti e 900mila euro di spese l'anno, Bonifazi si è lanciato sul mercato. Un'offerta è arrivata da Matteo Arpe, ma non è stata accettata. Alla fine l'editore con il quale fare un'offerta di 10 milioni è stato trovato: si tratta di Guido Veneziani, quasi sconosciuto all'editoria politica ma famoso per i suoi periodici: Stop, Top e Vero. Il prossimo passo sarà quello di individuare il direttore. Incontrando i dipendenti del Partito Democratico, Bonifazi non ha nascosto le difficoltà, anche se ha fatto delle promesse importanti: "Sono disposto a correre il rischio di andare incontro a una piccola perdita pur di non mettervi in pericolo, quindi niente solidarietà".

Tags:
l'unità
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.