A- A+
MediaTech
gad lerner ape

Si chiama "Zeta" la nuova trasmissione di Gad Lerner in onda dal 25 gennaio su La7 ogni venerdì alle 22.15. Ad annunciarlo con un post sul suo blog è lo stesso giornalista e conduttore televisivo il cui precedente programma, "L'infedele", si è chiuso il mese scorso.

Esplicito il riferimento a "Z l'orgia del potere", film del regista Costa-Gavras vincitore dell'Oscar nel 1969, nel quale si raccontava la vigilia del colpo di Stato dei colonnelli in Grecia. "Z come simbolo di un'orgia del potere che dà scandalo al cospetto della maggioranza dei cittadini in difficoltà", viene illustrato sul blog.

In un'ora e mezza di trasmissione, Gad Lerner ospiterà un singolo protagonista, lasciandosi alle spalle la formula del talk-show a più voci. A questo ospite principale di "Zeta" il conduttore proporrà successivamente sia interlocutori in studio che contributi esterni per approfondire il confronto.

Lo scopo è fornire un ritratto inedito del personaggio prescelto e un'indagine contemporanea sul rapporto fra masse e potere. "Zeta", affidato alla regia di Michele Mally, sia avvale del contributo di Laura Gnocchi come autrice. Il programma è concepito in sinergia con "La Effe", il canale televisivo che nascerà nella primavera 2013 dalla partnership fra l'editore Feltrinelli e Telecom Italia, nel quale Gad Lerner è impegnato direttamente.
 

Tags:
gad lernerzeta gad lernerla7

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.