A- A+
Medicina
Cura del tumore, ecco il gene rivoluzionario

Il gene Ptx3 può portare a una rivoluzione nella cura del tumore. Dalle ultime ricerche infatti pare che sia in grado di tenere sotto controllo l'infiammazione con un effetto simile a quello degli oncosoppressori. E' Alberto Mantovani (che scoprì negli anni novanta lo stesso gene) che sta conducendo lo studio promosso dall'Associazione Italiana per la Ricerca contro il Cancro (Airc). Al lavoro medici e ricercatori dell'Istituto clinico Humanitas di Rozzano (Milano) in collaborazione con altri istituti internazionali.

Alcune ricerche hanno messo in evidenza che in diversi tumori (colon, pelle e un tipo di sarcoma) la molecola Ptx3 è come se venisse spenta velocemente. Un processo che innesca una serie di reazioni che favoriscono il tumore. Una volta spenta la molecola in questione il tumore promuove i macrofagi, che promuovono la crescita e l'instabilità genetica. In un organismo sano il Ptx3 produce dunque una proteina con capacità anti-infiammatorie, alcuni tumori riescono però a bloccare questa proprietà e si diffonde l'infiammazione, un' infiammazione che favorisce la crescita del tumore. I ricercatori stanno tentando una sperimentazione su pazienti, finanziata dall'Airc, che ha l'obiettivo di somministrare questa proteina come farmaco in modo da controllare l'infiammazione e aiutare l'organismo a reagire alla neoplasia.

Tags:
tumoregeneptx3humanitas

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.