A- A+
Medicina
La gravidanza modifica il cervello delle mamme diventando più attente ai figli
Avere un figlio modifica il cervello delle donne, che diventano più “mamme”

Avere un figlio modifica il cervello delle donne, che diventano più “mamme”

 

Che la gravidanza provochi sbalzi ormonali e vari adattamenti biologici in una donna era risaputo. Ma che la gravidanza cambi la struttura del cervello lo ha scoperto e dimostrato, per la prima volta, un gruppo di ricercatori dell’Università autonoma di Barcellona in uno studio pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience. Questi cambiamenti nella morfologia del cervello della donna durerebbero almeno fino a due anni dopo il parto. 

 

La gravidanza modifica il cervello delle mamme: lo studio

 

Per arrivare alla conclusione che la gravidanza modifica il cervello delle donne i ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica e sono stati in grado di dimostrare che il cervello delle donne che hanno avuto una prima gravidanza presentano una significativa riduzione della materia grigia nelle regioni associate alla cognizione sociale. I ricercatori ritengono che questi cambiamenti corrispondono a un processo adattivo di specializzazione funzionale verso la maternità. 

"Questi cambiamenti possono riflettere, almeno in parte, un meccanismo di 'pruning' sinaptica ('sfoltitura' delle sinapsi, ndr), che si svolge anche nell'adolescenza, in cui le sinapsi deboli vengono eliminate cedendo il passo a reti neurali specializzate piu' efficienti", ha detto Elseline Hoekzema, coautrice dello studio. 

"Questi cambiamenti riguardano le aree del cervello associate con funzioni necessarie per gestire le sfide della maternità", ha aggiunto Erika Barba, altra autrice dello studio. 

Infatti, i ricercatori hanno scoperto che le aree con riduzioni della materia grigia si sovrappongono con le regioni cerebrali attivate durante una sessione di neuroimaging funzionale in cui le madri dello studio guardavano le immagini dei propri bambini. 

 

La maternità cambia il cervello delle donne: i risultati della ricerca

 

Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno confrontato le immagini della risonanza magnetica di 25 donne diventate per la prima volta mamme, prima e dopo la gravidanza, di 19 partner maschili, e di un gruppo di controllo formato da 20 donne mai rimaste incinte e 17 partner di sesso maschile. Hanno raccolto le informazioni sui partecipanti nel corso di 5 anni e 4 mesi. I risultati della ricerca hanno dimostrato una riduzione simmetrica del volume di materia grigia in specifiche aree legate alla cognizione sociale. 

Dalle analisi si può addirittura prevedere con affidabilità se una donna è incinta o meno in base alle modifiche nella struttura cerebrale. Inoltre, i ricercatori sono stati in grado di prevedere l'attaccamento della madre al suo bambino nel periodo post-partum in base agli stessi cambiamenti nel cervello. Gli studiosi hanno inoltre osservato che queste alterazioni non sono legate alla memoria o ad altre funzioni cognitive che possono comportare deficit. Anzi, i risultati indicano che la donna subisce un processo adattivo che migliora la sua capacità di rilevare le esigenze del bambino, così come lo stato emotivo del piccolo. 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gravidanza modifica cervellomaternità cambia cervello
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.