A- A+
Medicina
Sport Senza Frontiere Day: così lo sport abbatte i muri della società
Sport senza frontiere Day

di Lorenzo Zacchetti

Con diciassette discipline praticate in contemporanea, nella giornata di domenica l'Arena Civica intitolata a Gianni Brera è stata il cuore pulsante dello sport milanese. Lo sport inteso come motore di integrazione sociale, così come nella filosofia che caratterizza Sport Senza Frontiere Onlus, nata a Roma e oggi operativa su tutto il territorio nazionale.

Il suo scopo, come ci ha spiegato il presidente Alessandro Tappa, consiste nell'avviare allo sport bambini provenienti da situazioni di disagio socio-economico e/o di emarginazione sociale: “Alcuni vivono in periferia, altri in povertà, ognuno con le proprie difficoltà. Il nostro progetto consiste nell'inserirli presso società e corsi sportivi, coprendo i costi che le loro famiglie non potrebbero permettersi, e nel contempo avviarli a un percorso di sostegno più complessivo, che comprende anche un supporto pedagogico, un tutoraggio psicologico e anche un'attività di monitoraggio medico rispetto alle malattie che possono essere prevenute attraverso l'educazione a corretti stili di vita”.

“La giornata di oggi 'Sport Senza Frontiere Day' è la festa conclusiva della stagione, che celebra quello che facciamo quotidianamente con i bambini. Abbiamo invitato tutte le associazioni che fanno parte della rete che collabora con noi: quindi non solo i nostri bambini, ma anche tutti i loro compagni di squadra. Con le tante società sportive di Milano che hanno risposto al nostro invito abbiamo dato vita a un vero e proprio villaggio dello sport, dell'integrazione e dell'intercultura. Tutto questo, lo devo dire, è stato possibile perché abbiamo un grande compagno di squadra come Sofar, che ci ha consentito di organizzare questo evento, ma soprattutto ci ha consentito di seguire venti bambini che nel corso di quest'anno hanno potuto fare sport gratuitamente”.

Andrea Biffi, amministratore delegato di Sofar, ha spiegato: “Quando ci è stato presentato questo progetto, lo abbiamo subito considerato molto interessante perché crediamo nella potenzialità dello sport di avviare i bambini al confronto con i loro coetanei, cominciando così a distruggere quelle barriere che talvolta si creano durante la crescita. Sofar ha deciso di investire in questo progetto nella convinzione che, seguendo questi bambini anche da un punto di vista educativo, si possano garantire loro importanti benefici per il loro futuro”.

L'iniziativa cade in un anno particolare per Sofar, azienda farmaceutica lombarda nata nel 1968: “Ci siamo avvicinati alla Responsabilità Sociale d’Impresa per festeggiare in questo modo i nostri 50 anni. Abbiamo deciso di interagire con il territorio di Milano, quello nel quale vive la maggior parte dei nostri 350 collaboratori, e quindi stiamo restituendo ciò che loro ci danno. Da qui partiremo con tutta una serie di altre iniziative su CSR”.

A proposito dell'interazione con la città di Milano, Tappa ha sottolineato la felice collaborazione con il Comune: “Ci ha concesso una location splendida come l'Arena e ci ha chiesto di inserire questo evento nell'ambito del mese dedicato alle politiche sociali e all'integrazione, dal titolo 'Insieme senza muri', facendone un progetto identitario e centrale nel palinsesto. Ci siamo davvero sentiti accolti dalla città di Milano: anche se io sono romano, qui mi sento a casa”.

A rappresentare il Comune di Milano è intervenuto l'assessore alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino, il quale, si è complimentato per l'efficiente organizzazione di un evento che “rappresenta un modello da replicare anche in futuro. Grazie per aver dato la disponibilità ad inserirlo nell'ambito di questo percorso di iniziative che stiamo facendo per un mondo senza muri. Lo sport è una grande occasione di incontro”. “Grazie anche a tutti quelli che hanno partecipato”, gli ha fatto eco l'Assessora allo Sport Roberta Guaineri, “perché sorrisi entusiasmanti come quelli che abbiamo visto oggi ci danno la forza per andare avanti col nostro lavoro. Lo sport è un elemento importante per portare avanti il messaggio dell'inclusione e dell'amicizia”.

Nonostante la concomitanza con una giornata molto “calda” dal punto di vista della politica nazionale, all'Arena è intervenuto anche il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto: “Lo sport è un potente mezzo di integrazione, perché mette insieme le persone al di là delle barriere, dei colori, dell'età. E il fatto che oggi un posto splendido come l'Arena Civica sia stato messo a disposizione di questi bambini perché potessero stare insieme credo sia una cosa straordinaria. Da cittadino milanese, ne sono molto colpito. La politica in questi casi deve stare un po' al margine, mantenendo una presenza che sia la più discreta possibile e limitandosi a prendere atto del fatto che sta succedendo qualcosa di straordinario. La giornata appartiene a questi bambini, che hanno praticato 17 sport diversi nello stesso luogo e che, divertendosi, hanno nel contempo fatto qualcosa di molto positivo per loro stessi e per la comunità”.

Tags:
sport senza frontiere day
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Miriam Leone si copre con una foglia. Ilary Blasi... Le FOTO delle vip

Miriam Leone si copre con una foglia. Ilary Blasi... Le FOTO delle vip


casa, immobiliare
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.