A- A+
Milano
A Milano nasce la prima "Green know-how Community"

Imprese, professionisti, centri di ricerca pubblici e privati lombardi che si occupano di ambiente, insieme per nuove opportunità di business e di sviluppo nell'ambito della Green Economy. Nasce così, da una proposta della Camera di Commercio di Milano l'iniziativa "Green Know-How Community" condivisa e promossa dalla Regione Lombardia e dal Sistema camerale lombardo nell'ambito dell'Accordo di Programma Competitività.

È il progetto, "Green know-how community: innovazione e cooperazione per lo sviluppo sostenibile" presentato nei giorni scorsi dalla Regione Lombardia e da Unioncamere Lombardia che prevede assistenza e supporto alle nuove attività professionali del settore, attrazione di investimenti stranieri in Lombardia, trasferimento scientifico e tecnologico universitario alle imprese, promozione e realizzazione di iniziative ambientali e di sviluppo sostenibile.

"E' strategico puntare su ricerca e innovazione come leve per uscire dalla crisi - ha dichiarato Massimo Ferlini, membro di Giunta della Camera di commercio di Milano - e creare nuovo sviluppo anche in vista di EXPO 2015 dove Milano e la Lombardia saranno un vero laboratorio sui temi della sostenibilità ambientale".

Tags:
milano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.