A- A+
Milano

Di Cinzia Boschiero

Migliaia di alpini, giovani e meno giovani, reduci  e crocerossine si sono radunati a Milano in Duomo domenica mattina. L’inizio della cerimonia è stato cadenzato dal suono della banda con l’inno italiano. Bandiere e migliaia di vessilli dei vari raggruppamenti hanno colorato la piazza alla presenza di famiglie e cittadini commossi. In Duomo la messa e in piazza uno striscione con su scritto “Gli alpini per i marò” con le loro foto. Migliaia i soldati arrivati anche in pullman e anche i giovani come quelli della storica scuola Teulié.
Uno Stato che non tutela i propri soldati non è uno Stato. Il silenzio parla da solo.
Tiepidi raggi di sole hanno accompagnato il cammino e la marcia anche di alcuni alpini combattenti e oggi in carrozzina. Ricordare quanto il sacrificio e lo spirito di amor di patria animi i cuori delle forze armate italiane ha riempito di calore umano il centro di  Milano, e ribadito il valore dell’essere  cittadini italiani. Anche molti bambini in piazza hanno  partecipato in silenzio a questo raduno auspicato e necessario,  proprio per non dimenticare la storia  e il contributo dei soldati di ieri e di oggi, e il loro servizio in pace e in guerra. I migliaia di alpini con la loro presenza hanno lanciato un messaggio concreto , molto composto, soprattutto ai giovani e ai politici sull’importanza  del rispetto e dell’educazione civica.

Tags:
milano alpini






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.