A- A+
Milano
A2A in Montenegro per rinnovare la partnership

Il Presidente di A2A, Giovanni Valotti, e l'Amministratore Delegato, Luca Valerio Camerano, si sono recati a Podgorica in questi giorni per incontrare il Primo Ministro Milo Djukanovic, il vice-Primo Ministro Vuijca Lazovic e il Ministro dell'Economia Vladimir Kavaric. Durante gli incontri i nuovi vertici del Gruppo hanno manifestato la volontà di verificare le condizioni per la continuazione della partnership strategica, tuttora in atto in EPCG, tra A2A e lo Stato del Montenegro. Nelle prossime settimane verranno discussi i termini e le condizioni per il rinnovo della partnership, con il comune auspicio che il lavoro possa concludersi positivamente e in breve tempo, nell'interesse reciproco delle parti coinvolte.

Intanto ieri A2a e il direttore finanziario Patrizia Savi "hanno risolto consensualmente il contratto di lavoro che li legava", si legge in una nota del gruppo. L'amministratore delegato Luca Camerano assume ad interim la responsabilità della direzione amministrazione, finanza e controllo.

Tags:
a2a







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.