A- A+
Milano

I due consiglieri dell'Udc a Palazzo Isimbardi annunciano che il gruppo cambierà nome e si chiamerà "Con Monti per l'Italia" come i Gruppi Parlamentari alla Camera e al Senato. Coså il Capogruppo Sancino: "La mia storia personale e politica da sempre vicina al montismo, l'amicizia e vicinanza con molti esponenti del movimento "Verso la Terza Repubblica" ed il quadro politico che si va delineando ci impongono questo cambio di passo per dare un segnale a tutti gli amministratori locali d'Italia dell'Udc e delle tante liste civiche che hanno rappresentato l'esordio del montismo ancor prima di Monti. C'è già un impegno affinchá si crei a livello nazionale un unico gruppo parlamentare da parte di tutte le forze che sosterranno Monti, pertanto serve andare oltre i tatticismi, per dare un respiro strategico e popolare al grande rassemblement che si va creando intorno a Mario Monti. Il mio invito è che pertanto in tutta Italia si dia vita a gruppi "Con Monti per l'Italia" da parte di Sindaci e Consiglieri che si riconoscono nella svolta politica impressa dal progetto profondamente riformista ed europeista del Presidente Monti".

Coså il Consigliere Provinciale Roberto Biolchini: "A livello nazionale, l'Udc è la forza politica che ha visto per prima i limiti del bipolarismo aggressivo di questi ultimi anni e che è stata, più degli altri partiti, un sostegno fermo al Governo Monti. A livello provinciale, io e Sancino siamo sempre stati la punta del dialogo dell'Udc tra politica responsabile e società civile e pertanto il nostro annuncio ci inorgoglisce. Coså, in coerenza con l'alleanza tra Monti, Casini, Riccardi, Dellai e Montezemolo, la decisione di costituire il gruppo provinciale "Con Monti per l'Italia" vuole rendere visibile, fin da subito, un'aggregazione politica che ha come riferimenti l'impegno civico, liberale, popolare e riformista e che vuole una discontinuità costruttiva, in termini di valori, comportamenti e programmi del passato. Non crediamo negli uomini della provvidenza, ma nel valore delle idee realizzabili per il bene dell'Italia. Da oggi a Palazzo Isimbardi saremo il riferimento di tutti coloro che si riconoscono nell'agenda Monti e ci impegneremo affinchá la maggioranza degli italiani si riconosca nella politica dei fatti, nel rifiuto delle promesse elettorali superficiali e del populismo demagogico, avendo chiaro il riferimento all'Europa e dimostrando di saper governare per il bene dell'Italia."

Tags:
addio udc






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.