A- A+
Milano

"L'intervento dell'Assessore Marco Granelli e lo sforzo nel contrasto delle affissioni abusive con i 600 verbali emessi sono un fatto importante. C'è però il rischio che lo sforzo sia vanificato in assenza di una decisione coraggiosa sul pregresso. Va infatti ricordato che c'è una sola ed unica ragione per la quale la città di Milano è riempita nuovamente di manifesti abusivi. E' semplice: finchá il Comune non farà pagare le multe per le elezioni passate, nessuno si sentirà tenuto al rispetto delle regole". Lo dichiara Marco Cappato, capogruppo dei Radicali a palazzo Marino. Cappato ricorda "i verbali relativi alle elezioni comunali del 2011, per un totale di circa 7 milioni di introiti attesi. La domanda è dunque semplice: cosa aspetta il Sindaco Pisapia a mobilitarsi per la riscossione e a emettere le ingiunzioni di pagamento, approfittando del fatto che, per la prima volta, il Parlamento nazionale non ha votato il consueto furto detto anche "sanatoria"? Non vorrà mica lasciare che ci pensi il prossimo Parlamento a fare il solito lavoro sporco (e ladro) cancellando le multe ai partiti, e vanificando coså gli sforzi dei dipendenti del Comune impegnati nell'opera di contrasto alle affissioni abusive?".

Tags:
affissioni abusive cappato






A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.