A- A+
Milano
albertini

Oggi alle 11.10 Gabriele Albertini, candidato presidente della Regione Lombardia con i montiani, sarà presente nella redazione di Affaritaliani.it per rispondere alle domande dei lettori e dei giornalisti, coordinati dal direttore Angelo Maria Perrino. Scrivi le tue domande a milano@affaritaliani.it

CONTRO INGROIA -

"Quanto già era abbondantemente previsto ora si è palesato: anche l'eroe giustizialista Antonio Ingroia ha fatto giungere le sue parole di pieno appoggio a Umberto Ambrosoli. Giusto a favore di chi si ostina ancora oggi a definire civica la candidatura dell'Avvocato". Lo dichiara Gabriele Albertini, candidato alla Presidenza della Regione Lombardia per il Movimento Lombardia Civica. "Ingroia raggiunge Bersani, Vendola e l'altro giustizialista Di Pietro; gli pseudomontiani e gli altezzosi salotti hanno per caso qualcosa da aggiungere? Io så. Ricordo solo che Ingroia ci ha coperto di ridicolo nel mondo rinunciando dopo solo 45 giorni a un incarico internazionale per conto delle Nazioni Unite. Cose coså le possono fare solo persone che sino all'ultimo hanno giurato l'esatto contrario: mai in politica. Ed eccone il risultato. Non trova imbarazzante l'Avvocato Ambrosoli la vicinanza a questo personaggio?", ha concluso Albertini.

CONTRO IL M5S - "In un momento in cui tutto il mondo guarda con stupore commosso la grandezza del gesto di Sua Santità Benedetto XVI Silvana Carcano, candidata di Cinque Stelle alla Presidenza di Regione Lombardia , non so se per ironia o stupidità, propone lo scioglimento dello Stato Pontificio. Credo che questa volta in fatto di follia abbia ben superato il suo maestro Beppe Grillo. Si è guadagnata la vergogna universale.", dichiara Gabriele Albertini candidato alla Presidenza di Regione Lombardia

CONTRO LA CGIL - "Se non si va oltre le logiche di bieco sindacalismo dirigista e conservatore care solo a CGIL e FIOM anche questa Regione è destinata a un declino inesorabile - ha dichiarato Gabriele Albertini candidato alla Presidenza di Regione Lombardia -; altro che il 7% del tasso di disoccupazione attuale". "Nel corso dell'incontro odierno con Confindustria Lecco - ha proseguito l'Onorevole Albertini - ho potuto cogliere le loro pressanti richieste che si possono riassumere in quattro capisaldi: produttività, specializzazione, innovazione, internazionalizzazione. Oltre che sull'innovazione dobbiamo puntare alla riduzione delle tasse per i nuovi assunti per i primi 3 anni, alla formazione in azienda mediante stage retribuiti e allo sviluppo dei contratti di apprendistato. Mi è stato fatto notare come manchi manodopera specializzata; al riguardo mi ha colpito la recente indagine di Unioncamere che stima come ci siano 450 posti di lavoro di difficile reperimento in provincia di Lecco, in particolare di tecnici, periti e ingegneri. Lecco è un caso emblematico per tutta la nostra Regione". "Per superare l'emergenza lavoro per i giovani - ha concluso Gabriele Albertini - ritengo prioritario sperimentare nuovi modelli di ingresso al lavoro, in accordo proprio con le associazioni datoriali e sindacali coså che si possano superare le rigidità attuali, garantendo un apprendistato formativo per i diplomati e contratti di ingresso per i laureati sul modello dei vecchi contratti di formazione lavoro senza dimenticare la promozione della contrattazione decentrata e di secondo livello, fondamentale per permettere la sperimentazione di nuove flessibilità e opportunità occupazionali per i giovani e le categorie più a rischio. La dote lavoro è uno strumento che non solo va mantenuto, ma anzi esteso, andando a coprire l'intero ciclo lavorativo e i diversi bisogni. In questo senso intendo promuovere uno studio che miri alla preparazione professionale delle figure richieste da Expo 2015. Anche coså potremo arrivare autenticamente preparati a questo appuntamento sul quale abbiamo gli occhi del mondo addosso".

Tags:
albertini diretta affari






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.